22 Novembre 2017 - Aggiornato alle 19:38
CULTURA&SPETTACOLO
Napoli: Concerti d’Autunno, applausi per la prima della Nuova Orchestra Scarlatti con Beatrice Venezi
21 Ottobre 2017 16:08 — Prossimo appuntamento venerdì 27 ottobre con la Scarlatti Young e un altro giovanissimo solista.

Un lungo e scrosciante applauso, dopo l’ultima nota della Sinfonia n. 39 in mi bemolle di Mozart, ha salutato la brillante performance della Nuova Orchestra Scarlatti che ha aperto il ciclo dei Concerti d’Autunno 2017 con un appuntamento suggestivo, realizzato nella Basilica di San Giovanni Maggiore di Napoli in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Napoli.

Vivo apprezzamento per i musicisti guidati per l’occasione dalla lucchese Beatrice Venezi, appena 27 anni e già direttore d’orchestra apprezzato sia in Italia che all’estero, che dal 2014 collabora assiduamente con la Nuova Scarlatti.

Il ciclo di concerti, organizzato grazie alla partnership tra Nuova Orchestra Scarlatti e Università Federico II di Napoli si sposta per le prossime tre date nella Chiesa SS. Marcellino e Festo (Largo San Marcellino). Il prossimo appuntamento è per il 27 ottobre: sulle note di Fauré, Mozart e Dvorak, si esibirà la Nuova Scarlatti Young sotto la direzione di Marco Attura. Anche in questo caso, un solista giovanissimo: il 18enne Erik Buchberger, proveniente dalla “scuderia” della Scarlatti Junior. Il violinista segue idealmente Raffaela Cardaropoli, violoncellista - anch’essa giovanissima - di Bracigliano, che è stata la solista della serata d’apertura del 20 ottobre nel Concerto per violoncello in re di Haydn e che ha già calcato prestigiosi palcoscenici internazionali come la Carnegie Hall e la Royal Albert Hall di Londra.

“È nostra convinzione –  spiega Gaetano Russo, fondatore e direttore artistico della Nuova Orchestra Scarlatti – che questi nostri giovani, a cui abbiamo riservato i primi due concerti della rassegna, possono esprimere un livello che permette un convincente confronto con le pagine eseguite, con l’aggiunta di quella vivacità e freschezza che rende il tutto più attraente. Il successo di questa sera, con Beatrice alla conduzione, con una solista così giovane ma che ha già suonato a Londra e New York e che ha riconfermato il suo valore dinanzi al nostro pubblico, dimostra che le nostre convinzioni sono fondate e continueremo a perseguirle”.

Non solo promuovere i giovani talenti, quindi, ma anche coinvolgere le nuove generazioni come pubblico della musica classica sono aspetti caratterizzanti di tutta l’attività della NOS e dunque anche di questi Concerti d’Autunno. L’attenzione ai giovani, inoltre, è rilanciata anche dalle nuove campagne di comunicazione rivolte a un target più giovane - che NOS sta mettendo a punto insieme alla digital company napoletana Livecode, media partner della Nuova Scarlatti da questo ciclo di concerti - e da una politica dei prezzi estremamente accessibili, con ulteriori facilitazioni per gli studenti e il mondo universitario.

21 Ottobre 2017 16:08 - Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2017 16:08
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi