30 Giugno 2022 - Aggiornato alle 13:04
CRONACA
Napoli: Conferenza di servizi in Prefettura per l’assegnazione di beni confiscati in città e nell’area metropolitana
31 Maggio 2022 23:43 —

Nella mattinata odierna si è svolta, presso il Palazzo di Governo, la Conferenza di Servizi dedicata alla presentazione dei beni confiscati in via definitiva alla criminalità organizzata prontamente destinabili, presenti nel capoluogo e nell’area metropolitana di Napoli.

La riunione è stata convocata dal Direttore dell’Agenzia Nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, Bruno Corda, d’intesa con il Prefetto di Napoli, Claudio Palomba.

Hanno presenziato ai lavori l’Assessore regionale alla Legalità e Sicurezza Mario Morcone, il Sindaco di Napoli e della Città metropolitana, Gaetano Manfredi con l’Assessore alla Polizia Municipale ed alla Legalità, Antonio De Iesu, i Sindaci e Commissari dei Comuni in cui si trovano i beni confiscati, il Procuratore aggiunto Rosa Volpe, il Presidente della sezione misure di Prevenzione Teresa Areniello, i vertici regionali e provinciali delle Forze dell’ordine, il Responsabile Servizi Territoriali Campania dell’Agenzia del Demanio. 

Il Direttore dell’ANBSC ha precisato che la riunione rappresenta l’occasione per un confronto aperto con gli enti locali volto a conoscere l’interesse all’acquisizione dei beni ovvero le difficoltà incontrate al riguardo nonché le motivazioni del mancato utilizzo dei cespiti trasferiti al patrimonio indisponibile. L’ANBSC si è resa altresì disponibile ad accompagnare gli enti nel percorso finalizzato al riutilizzo dei beni trasferendo ogni utile informazione anche sulle possibili fonti di finanziamento regionali, nazionali ed europee per progetti di ristrutturazione degli immobili acquisiti ed ha fornito degli Enti locali un bando tipo per la successiva individuazione degli organismi del Terzo settore cui assegnare i beni.

L’incontro ha registrato una forte volontà da parte di tutti i partecipanti a condividere informazioni, progetti e buone pratiche al fine di individuare soluzioni adeguate alle diverse problematiche emerse, nella consapevolezza dell’importanza della valorizzazione dei beni confiscati e della loro restituzione alla collettività.

Il Comune di Napoli è fortemente impegnato su tale tematica attraverso un ufficio dedicato, recentemente istituito, che ha già avviato un censimento dettagliato degli immobili assegnati e predisposto un cronoprogramma, inviato anche all’Agenzia, in ordine all’acquisizione al proprio patrimonio indisponibile dei beni proposti nella Conferenza odierna.

Nell’occasione gli enti pubblici partecipanti hanno preso visione dei 100 beni situati nei rispettivi territori e presentato le manifestazioni di interesse all’acquisizione. Si tratta di appartamenti, box e terreni per un valore complessivo di oltre 11 milioni di euro .

Gli Enti invitati hanno manifestato interesse per 57 immobili, presenti nel territorio di rispettiva competenza, che verranno acquisiti al patrimonio indisponibile per finalità istituzionali o sociali sulla base di uno specifico progetto di utilizzo.

L’Agenzia del Demanio ha espresso parere favorevole al mantenimento al patrimonio dell’Erario per 3 beni da assegnare alle Forze dell’Ordine e alla P.A..

Le manifestazioni acquisite verranno valutate nell’ambito del Consiglio Direttivo dell’ANBSC per la definitiva destinazione.

Nel corso della seduta, i Sindaci presenti hanno anche illustrato lo stato di avanzamento dei progetti per il riutilizzo dei cespiti loro destinati in occasione di precedenti Conferenze di servizi, peraltro oggetto di costante monitoraggio da parte del Nucleo di Supporto dedicato, istituito presso la Prefettura.

31 Maggio 2022 23:43 - Ultimo aggiornamento: 31 Maggio 2022 23:43
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi