06 Febbraio 2023 - Aggiornato alle 17:31
CRONACA

Napoli: Cremazioni, organizzazioni sindacali chiedono tavolo di concertazione con la Asl Napoli 1

05 Dicembre 2022 17:24 —

Le organizzazioni sindacali della saniotà, chiedono la  sospensione di una disposizione di servizio della ASL Napoli 1 in materia di cremazione e dispersione delle ceneri e nel contempo chiedono un incontro urgente con la Direzione Generale. 

Materia del contendere le procedure per i prelievi, la conservazione e custodia dei campioni di tessuti per la conservazione del DNA di salme da sottoporre alla cremazione così come stabilito dalla legge 130/ del 2001 e del decreto regione Campania N. 59 del 2017 che a tutt'oggi non sono mai stati applicati.

La legge stabilisce che in caso di cremazione il medico identifichi la salma ed in presenza di due testimoni, anche essi identificati, dopo aver compilato la relativa precisa e puntuale modulistica, prelevi due campioni di mucosa buccale, allo scopo di consentire l’eventuale tipizzazione del DNA; Annessi piliferi (capelli, peli ascellari o pubici) comprensivi di bulbi.

In poche parole non si potrà cremare un cadavere se prima non siano stati prelevati campioni con consentano di individuare, nel caso ce ne fosse bisogno, il DNA del defunto. 

Fino ad oggi, come detto, nulla è stato fatto almeno in Campania e almeno fino all'8 novembre scorso allorquando la ASL Napoli 1 Centro con prot.n.0266414 ha dettato le linee guida da seguire.

Procedure che secondo le organizzazioni sindacali e la FP CGIL in particolare sono tutte da rivedere in quanto, tra le tante obiezioni formulate, si ritiene "non sufficiente una “superficiale informazione”, ma occorre una “adeguata formazione”, come prescritto dal normato legislativo per preparare i medici ai complessi compiti, prescritti quando è necessario prelevare liquidi ematici.

Per queste ed altre motivazioni, hanno chiesto, quindi,di convocare, con l’urgenza del caso, una riunione sindacale per aprire un tavolo di confronto al fine di consentire ai soggetti sindacali di esprimere valutazioni esaustive e di partecipare costruttivamente alla definizione delle misure che l'ASL intende adottare.

 

 

 

 

05 Dicembre 2022 17:24 - Ultimo aggiornamento: 05 Dicembre 2022 17:24
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi