24 Aprile 2019 - Aggiornato alle 04:14
CRONACA
Napoli: Crollo degli Incurabili, Verdoliva "recuperate le spoglie sottostanti la lapide dedicata alla co-fondatrice del complesso monumentale. M5S: “Nostro ordine del giorno per il ripristino del sito monumentale dopo l’ultimo crollo”
25 Marzo 2019 21:24 —

Il commissario straordinario Ciro Verdoliva: «Le attività tecnico-amministrative proseguiranno senza sosta nei prossimi giorni, così da programmare nel più breve tempo possibile gli interventi da realizzare per “curare” questo importante Complesso Monumentale». Una mattinata di intenso lavoro, con l’indispensabile supporto dei Vigili del Fuoco, ha consentito di recuperare le spoglie sottostanti la lapide dedicata alla co-fondatrice del complesso monumentale degli Incurabili Maria D’Ayerba. Dopo il cedimento avvenuto alle prime luci dell’alba di domenica 24 marzo 2019 nella chiesa Santa Maria del Popolo degli Incurabili (anno1530), le spoglie erano infatti rimaste tra i detriti al di sotto della grossa lapide. Nel corso di tutta la mattinata si è anche svolto il sopralluogo del commissario straordinario dell’ASL Napoli 1 Centro unitamente al Direttore Sanitario P.O. Incurabili e al prof. Rispoli (responsabile beni artistici dell’ASL), alla presenza del Soprintendente ai Beni Artistici e Culturali, dei Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale, del comando di Polizia Locale Napoli San Lorenzo e del Comando dei Vigili del Fuoco di Napoli squadra 18 B Centro Storico, coordinata dal funzionario architetto Giglio. I tecnici hanno provveduto ad un’attenta verifica dello stato dei luoghi e ad una prima valutazione delle azioni da mettere in campo per la salvaguardia del Complesso Monumentale. «Le attività tecnico-amministrative – spiega il commissario straordinario Verdoliva - proseguiranno senza sosta nei prossimi giorni, così da programmare nel più breve tempo possibile gli interventi da realizzare per “curare” questo importate Complesso Monumentale che accoglie anche attività clinico assistenziali». Sull'argomento è intervenuto oggi il gruppo regionale del M5S con un ordine del giorno: “Bisogna far presto per salvare il sito monumentale di Santa Maria del Popolo degli Incurabili, un pezzo di storia di Napoli che sta cadendo a pezzi. Il crollo, avvenuto all’alba di domenica, del pavimento retrostante l’altare maggiore è l’ultimo di una serie cedimenti. E’ necessario attivarsi al più presto perché questo luogo di straordinario interesse culturale, storico e architettonico, non soltanto per il capoluogo, con il complesso delle chiese, il chiostro dei Trentatré, la farmacia Settecentesca e lo storico ospedale, sia preservato e rilanciato anche con finalità turistiche”. E’ l’appello della capogruppo regionale del Movimento 5 Stelle Maria Muscarà. “Nella seduta odierna del Consiglio regionale avremmo voluto discutere un ordine del giorno per chiedere l’intervento immediato della Regione Campania al fine di garantire la messa in sicurezza e il ripristino della chiesa, anche per consentire la ripresa delle visite culturali e turistiche del sito. Il disinteresse della maggioranza, che ha fatto mancare il numero legale, ha impedito che se ne discutesse. Speriamo che se ne dia importanza nella seduta del 29 marzo. Nel frattempo, con i nostri parlamentari, ci stiamo attivando per restituire al più presto alla nostra città questo autentico gioiello di storia e cultura”.

25 Marzo 2019 21:24 - Ultimo aggiornamento: 25 Marzo 2019 21:24
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi