20 Novembre 2018 - Aggiornato alle 22:56
SPORT
Napoli: De La stregato da Ancelotti vuole regalargli Cavani
26 Ottobre 2018 17:57 —

Il Napoli capace di dominare il Liverpool al San Paolo, di impartire lezioni di calcio al PSG in casa sua, al Parco dei Principi e sfiorare la vittoria e di essere in lotta per la qualificazione agli ottavi di Champions League nonostante il girone della morte. Un Napoli a soli quattro punti dalla Juventus capolista in Serie A nonostante il cambio di guida tecnica e la fase di apprendimento necessaria ed un Carlo Ancelotti che finalmente, ruota i calciatori e regala spazio a tutta la rosa con un turn over costante, scientifico. Il Presidente De Laurentiis è completamente stregato dal suo tecnico e dal suo Napoli che sarebbe pronto ad investire sul mercato già a gennaio per regalare a Re Carlo un centravanti in grado di poter alzare ulteriormente il tasso qualitativo della quadra. Già, ma chi potrebbe arrivare? Sono due i nomi al vaglio, due profili già allenati dall’allenatore di Reggiolo. Stiamo parlando di Edinson Cavani e Zlatan Ibrahimovic. 
Il Matador non è mai stato dimenticato, né dai tifosi tantomeno dal numero uno del club partenopeo; l’attaccante uruguaiano a Parigi si sente chiuso da Neymar e Mbappé ed il feeling soprattutto con il brasiliano non è mai decollato ed è ai minimi termini. Dopo la gara con il Napoli è stato attaccato dalla stampa francese e sta seriamente meditando l’addio. È un’operazione molto più semplice per l’estate, quando il PSG vorrebbe riportare in Francia Benzema, ma non è escluso un colpo di teatro dello stesso Edi, pronto a volare a Napoli già a gennaio, soprattutto se gli azzurri dovessero superare il girone di Champions. A tal proposito, è necessario ricordare come il regolamento sia cambiato; da quest’anno ogni calciatore può giocare la competizione con due maglie differenti. ADL è pronto ad un sacrificio economico (arriverebbe ad offrire circa 6,5 – 7 milioni l’anno) ma ne serve uno anche da parte del bomber, ancora legato ai colori azzurri. La fiamma si è riaccesa in concomitanza dell’ultimo incontro e De Laurentiis anche ai colleghi d’Oltralpe ha ammesso la sua disponibilità ad acquistarlo. Resterebbe, a quel punto, da convincere solo il club. 
Situazione diversa, invece, per quanto riguarda Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese è stufo del calcio statunitense; nonostante i 37 anni si sente ancora in forma, pienamente recuperato dall’infortunio al crociato di cui è stato vittima due anni fa. Il bomber vuole tornare in Europa, nel calcio che conta e volentieri giocherebbe nuovamente per Carlo Ancelotti. Ibra non ha mai nascosto una predilezione per Napoli e la squadra partenopea, soprattutto per il calore della piazza che esalterebbe Zlatan. Mino Raiola, agente del giocatore, ne avrebbe già parlato con De Laurentiis ed Ancelotti e si sta studiando un tipo di contratto per sei mesi – con opzione per l’anno successivo - a parte fissa e bonus corposi per prestazioni individuali e di squadra. Ibra darebbe alla squadra mentalità vincente e grande qualità oltre ad un’attenzione mediatica ideale per dare lustro al marchio Napoli nel mondo e rispondere al Ronaldo bianconero. Lo svedese sarebbe l’arma migliore per completare il processo di internazionalizzazione tanto caro a De Laurentiis ed attirare anche sponsor di mercati asiatici ed americani; il tutto, ovviamente, senza dimenticare l’apporto in campo che darebbe il calciatore. 
In casa Napoli si studia, quindi; gennaio è dietro l’angolo e – stavolta – la dirigenza non vuole farsi trovare impreparata. 

Giovanni Spinazzola 

26 Ottobre 2018 17:57 - Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2018 17:57
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi