21 Settembre 2017 - Aggiornato alle 00:07
CRONACA
Napoli dello Scudetto: Chi di sportello ferisce di sportello perisce. Il Sindaco e l'Assessore allo Sport finiscono segnalati allo sportello "Difesa della Città"
11 Maggio 2017 19:23 — A farlo, provocatoriamente, Noi con Salvini per la vicenda dello stadio chiuso per il Napoli dello scudetto. La nota dell'Assessore allo Sport del comune.

“Il caso del rifiuto del giro di campo ai campioni del 1987 è l’ennesima figuraccia della giunta De Magistris. Segnaleremo, allo Sportello in Difesa della Città, l’assessore allo Sport e il Sindaco per aver coperto di ridicolo la città di Napoli e i napoletani agli occhi di tutti i media nazionali. Da ieri, infatti, non si fa altro che parlare dello scaricabarile tra la Società Sportiva Calcio Napoli e il Comune su chi sia il responsabile che ha impedito, ai beniamini di intere generazioni, di fare un semplice giro di campo nel luogo di uno dei maggiori successi, sportivi e sociali, della storia partenopea. Se in Comune erano a conoscenza, come pare, della contrarietà della dirigenza azzurra a fare un giro simbolico sul parto del san Paolo, che senso ha avuto farli andare all’ impianto di Fuorigrotta e chiudergli in faccia le porte? Al contrario, è cosa nota a tutti, che la gestione infrasettimanale dello stadio San Paolo è di competenza del Comune e che sulla volontà espressa, di fare solo un simbolico giro sulla pista d’atletica, non poteva opporsi il club. In ogni caso, ancora una volta, siamo stati coperti di ridicolo da figuranti e macchiette varie. Come direbbe il grande massimo Troisi “non ci resta che piangere” e chiedere scusa ai campioni simbolo del rilancio di una intera città. A loro il giusto tributo ieri, oggi e domani”.  Così Giancarlo Borriello, portavoce regionale di Noi con Salvini, commenta quanto accaduto in occasione della cerimonia organizzata per commemorare l’anniversario dello storico primo scudetto a Napoli. Sulla vicenda, che ha avuto una vasta eco su tutti i media nazionali ed internazionali, creando non poco imbarazzo sia al calcio Napoli che all'Amministrazione comunale comunque chiamate in causa entrambe, l'Assessore allo Sport del Comune di Napoli Ciro Borriello, con una nota, ha precisato "che per l'attuale regime contrattuale che regola i rapporti tra Amministrazione Comunale e SSC Napoli l'uso del terreno di gioco e delle aree circostanti il manto erboso sono di esclusivo utilizzo della SSC Napoli che ne sopporta, tra l'altro, i costi di manutenzione fino al termine della stagione agonistica in corso. Quindi in assenza di una autorizzazione da parte degli utilizzatori esclusivi del terreno di gioco appare davvero ingeneroso nei confronti di Palazzo san Giacomo addebitarci il mancato ingresso all’impianto proprio nel giorno in cui il Sindaco, a nome dell’intera Amministrazione comunale e della Città, ha voluto incontrare nella sede istituzionale e premiare uno ad uno i campioni, i dirigenti ed il Presidente dello storico scudetto.” “E’ quindi del tutto evidente, ha concluso l’Assessore allo sport Ciro Borriello, che poteva essere concesso un breve giro del campo ai protagonisti di quella storica vittoria“.

Antonio Pianelli

Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi