22 Settembre 2019 - Aggiornato alle 16:20
SPORT
Napoli: Delusione Malcuit e Ounas
04 Aprile 2019 17:25 —

La delusione e la rabbia sono ancora vive a Castel Volturno e sul volto di Carlo Ancelotti per la sconfitta di Empoli nel turno infrasettimanale. Il Napoli non ha fatto certo una bella figura, cadendo contro una formazione nettamente inferiore. Il tecnico, con un turn over robusto, si aspettava segnali incoraggianti da alcuni calciatori giudicati sotto esame; ebbene, se Luperto ha disputato una gara discreta, lo stesso non può dirsi di Malcuit, la cui prestazione è stata gravemente insufficiente. Il terzino francese è stato responsabile sul primo gol empolese ed in fase difensiva ha mostrato molte lacune, fin troppe; il ragazzo, dopo la topica clamorosa contro la Juve non si è più ripreso ed ha mostrato difficoltà palesi nelle ultime settimane. Deve recuperare autostima e, soprattutto, migliorare i movimenti difensivi, perché in attacco spinge con costanza riuscendo ad essere incisivo. Da una delusione all’altra, occorre menzionare Adam Ounas; l’algerino ha giocato di supporto ad Arek Milik ma è stato fumoso ed inconcludente. Non ha aiutato l’attaccante polacco e non è stato in grado di spaccare la partita; spesso dribbling a vuoto da parte di un calciatore innamorato troppo del pallone ed egoista. Non sono certo bocciature definitive, ma di certo i due hanno deluso il tecnico, con la fiducia che ora deve essere riguadagnata. Rivedibile, invece, Younes; dopo due prestazioni ottime con altrettanti gol consecutivi, il tedesco stavolta, pur non demeritando, non è stato in grado di fare la differenza. In vista di Genoa ed Arsenal, il tecnico ha regalato un giorno di riposo a tutto il gruppo; gli allenamenti riprenderanno domani.

Consigliamo, invece, una visita dall’otorino a Max Allegri, tecnico della Juventus. Le sue orecchie, evidentemente, funzionano ad intermittenza. Si è indignato tantissimo ai “buuu” razzisti nei confronti di Kean da parte del pubblico sardo; ha chiesto addirittura il daspo a vita per i protagonisti dei beceri ululati di stampo razzista. Tutto giusto, condividiamo ogni sua singola parola. Però, chiaramente, questo deve valere per tutti; anche per i tifosi della sua squadra che intonano cori di discriminazione territoriale nei confronti dei napoletani ad ogni gara bianconera e per chi offende Koulibaly con i “buuu”. Proprio lui ammise di non aver sentito i suddetti durante l’ultimo Juve-Napoli; evidentemente i “buuu” rivolti a Kean contano più di quelli destinati a Koulibaly. Un po’ di coerenza non farebbe male.   

Giovanni Spinazzola

04 Aprile 2019 17:25 - Ultimo aggiornamento: 04 Aprile 2019 17:25
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi