24 Giugno 2018 - Aggiornato alle 12:47
SPORT
Napoli: Di Maria il primo nome di Ancelotti. Ecco perché può arrivare la fumata bianca
25 Maggio 2018 18:26 —

La firma e l’arrivo di Carlo Ancelotti al Napoli hanno, d’improvviso, proiettato la squadra azzurra verso altri lidi, verso il livello da top club, anche in chiave mercato. D’un colpo sono stati accostati al club del presidente De Laurentiis, nomi altisonanti, veri top player, dall’incidenza certa ed assicurata a livello nazionale ed internazionale. La lista è lunghissima ma noi de “I Fatti di Napoli” siamo riusciti ad individuare il primo nome sulla lista di Re Carlo (è già stato ribattezzato così – a Madrid veniva chiamato Carlo Magno, quindi sarà abituato ai soprannomi di rilievo). Si tratta di Angel Di Maria, esterno offensivo del PSG, allenato dal tecnico azzurro ai tempi di Madrid. L’operazione, stando alle fonti in nostro possesso, sarebbe più che fattibile, nonostante si stia parlando di un top player di valore assoluto, da un ingaggio quasi insostenibile. Il ragazzo, a Parigi, guadagna ben 10 milioni di euro ma ha un contratto fino al 2019; per un’altra stagione, insomma. Questo è decisamente un punto a favore degli azzurri. Il Napoli, infatti, è pronto a riconoscergli la stessa cifra – addirittura superiore - su base pluriennale, arrivando fino a spingersi alla soglia dei cinque milioni a stagione con tanto di contratto almeno triennale, se non quadriennale. El Fideo ha 30 anni, dunque si tratterebbe di un’operazione decisamente sostenibile dalle casse azzurre per un giocatore non giovanissimo ma dalle qualità indubbie; come se non bastasse, il PSG – proprio per il contratto in scadenza tra 13 mesi – non potrà chiedere più di 40 milioni di euro al massimo.  Già, ma perché Di Maria, calciatore dalla caratura internazionale dovrebbe accettare Napoli? Semplice, per Carlo Ancelotti. I due hanno legato a Madrid; il tecnico di Reggiolo, all’arrivo di Bale al Santiago Bernabeu, s’invento per l’argentino un nuovo ruolo, quello di mezz’ala in un centrocampo a tre. È stata, forse, la sua ultima stagione a grandissimi livelli; il ragazzo ne è consapevole ed a 30 anni ha voglia di sentirsi nuovamente importante e decisivo, lavorando con un tecnico di cui già conosce tutte le sfumature. Eh già, perché a Parigi nell’ultima annata ha giocato poco, appena 2.112 minuti in campionato e 143 in Champions, chiuso da Neymar e Mbappé; solo l’infortunio del brasiliano gli ha regalato più spazio nel finale di stagione.  Altro punto a favore del club partenopeo è Jorge Mendes; Di Maria, infatti, è gestito dalla Gestifute, società del potente procuratore lusitano grande amico del presidente De Laurentiis ed in affari proprio con la società azzurra nelle ultime stagioni. Un primo contatto tra la dirigenza partenopea e l’entourage del giocatore già è avvenuto; il ragazzo è pronto a disputare il Mondiale con la sua Argentina e sarà il procuratore a portare avanti le trattative per la fumata bianca. Il top player da acquistare per il Napoli, infatti, sarà lui, Ángel Fabián Di María Hernández. 

Giovanni Spinazzola 

25 Maggio 2018 18:26 - Ultimo aggiornamento: 25 Maggio 2018 18:26
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi