22 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 10:16
CRONACA
Napoli: Evasione fiscale, sequestrati beni immobili e mobili per 1,5 milioni di euro. Vi sono Ferrari, Jaguar e moto d'epoca
22 Settembre 2017 15:28 —

Nella mattinata odierna, il nucleo di Polizia tributaria della Guardia di Finanza di Napoli ha dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo a firma del GIP del Tribunale di Napoli, dott.ssa Isabella Iaselli, nei confronti di una società cooperativa a responsabilità limitata, con sede in Napoli, esercente servizi di manutenzione e gestione per conto di ferrovie dello stato, e dell’amministratore unico della società cooperativa. Il provvedimento giudiziario rappresenta la fase finale di indagini dirette e coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli, Procuratore aggiunto Luigi Frunzio e Sostituto Procuratore Lucio Giugliano su una maxi evasione da riscossione perpetrata nell’anno 2013. Le indagini sono state avviate all’esito di alcuni controlli automatizzati svolti dall’Agenzia delle Entrate, che hanno consentito di rilevare omessi versamenti di ritenute nell’anno d’imposta 2013 per oltre 1,5 milioni di euro. Gli accertamenti patrimoniali delegati al nucleo di polizia tributaria di Napoli hanno permesso di ricostruire il patrimonio mobiliare ed immobiliare dell’amministratore della cooperativa e di individuare, in particolare, cinque terreni e un’abitazione rurale a Rossano (cs) nonché numerose auto e motocicli d’epoca, tra cui una Jaguar type 3.0, tre fiat 500 (una topolino e due 500 del 1964 e 1975), una innocenti lambretta 125 1^ serie ed una vespa piaggio 125 px, oltre ad una Ferrari f131 venduta lo scorso mese di giugno.

 

22 Settembre 2017 15:28 - Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2017 15:28
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi