02 Marzo 2021 - Aggiornato alle 14:39
SPORT
Napoli: Gattuso, “i primi 45’ me li tengo, poi però si deve spiegare bene perché sennò sembriamo dilettanti allo sbaraglio"
29 Gennaio 2021 00:13 —

È un Gennaro Gattuso furente e combattivo quello che si è presentato ai microfoni di Rai Sport a commentare il successo contro lo Spezia.

“I primi 45’ me li tengo, poi però si deve spiegare bene perché sennò sembriamo dilettanti allo sbaraglio. È necessario ritrovare la condizione di Mertens ed Osimhen; ho il dovere di ritrovarli e li ho inseriti sul 4-0. La caviglia di Dries crea ancora problemi, entrambi sono al 30-40% e di fatto abbiamo giocato n nove. Buon calcio nel primo tempo, poi è naturale dare minutaggio a chi è in grado di farti realizzare il salto di qualità. Hanno dato poco ma è normale”.

Parallelo con il campionato. “Venti giorni fa creammo di più, 27 occasioni con 15 tiri in porta. Stasera abbiamo buttato dentro quelle create. Si deve lavorare e restare tranquilli, anche contro il Verona potevamo segnare il 2-0, senza riuscirci”.

Vigilia complicata dalle critiche. “Non devo avere la fiducia, sono un professionista e vengo giudicato per i risultati. Oggi devo ringraziare i calciatori per quanto fatto. Non capisco solo perché mi viene chiesto di dimettermi mentre non accade lo stesso con altri colleghi. Al Milan le ho presentate dopo che ho fatto quello che dovevo. Stiamo buttando il sangue io ed il mio staff, vengo giudicato dalla società. Ce n’era uno di Padre Pio; io devo rispettare mia moglie ed i miei figli oltre ai miei collaboratori. Io non mi dimetto ma anzi lavoro e penso di saperlo fare, stiamo realizzando buone cose. Perché non viene detto che al quarto anno di Serie A sono alla quarta semifinale? Solo le cose negative evidenziate; l’ho vissuto anche da calciatore, pur vincendo tutto. Farò così anche da allenatore”.  

Capitolo obiettivi. “L’obiettivo è chiudere nei primi quattro posti. Nessuno ha evidenziato come mi manchino giocatori importanti come Osimhen e Mertens; il nigeriano ha disputato solo sei gare, Dries non gioca dall’Inter. Ovviamente senza nulla togliere a chi ha giocato finora, facendo cose importanti. Vorrei vede l’Inter senza Lukaku”.

Capitolo tattico. “Hanno fatto il giro della giostra nel primo tempo, non l’hanno mai presa. L’ingresso di Osimhen poi va valutato in maniera diversa. Palleggiare al 70’ è complicato, è meglio giocare sulle seconde palle a quel punto. I difensori puntano al palleggio, i centrocampisti non si fanno vedere e la squadra è in tre blocchi”.

Capitolo 4-3-3. “Era in fase di possesso, mentre in quella di non possesso, la mezz’ala andava sul loro vertice basso, Ricci, per oscurarlo. Lo Spezia va subito in verticale e si deve essere bravi sulle seconde palle”.

L’intervento di De Laurentiis. “Mi ha tranquillizzato ed alla squadra ha detto ciò che doveva. Io però non ne ho bisogno perché vengo giudicato sul mio lavoro. Vedete le classifiche di Real Sociedad ed AZ; in Europa League abbiamo superato il turno contro di loro, siamo in semifinale di Coppa Italia ma sembra che non abbiamo fatto nulla. Se battiamo la Juve in campionato, siamo terzi. Sapevo fin dal primo giorno quanto fosse difficile vincere qui, io però non mi deprimo facilmente, sono cazzuto e mi sono conquistato tutto. Possiamo fare di più, lo so. E son capace di andare ad allenare in Kuwait, son fatto così. Ma ora devo pensare alla squadra ed a come farla rendere al massimo. Tutte le squadre stanno avendo risultati altalenanti in Europa, non solo noi. IO lavorerò qui finché mi faranno lavorare”.

“Se sono arrabbiato? Non ce l’ho con nessuno. Mi piace la critica, il tecnico è sempre in discussione ma quanto sta accadendo qui è eccessivo. Alla prima domanda mi sarei aspettato la quarta semifinale di fila in quattro anni ed invece mi è stato chiesto di quello che ha detto De Laurentiis…”.

Anche Zielinski ha commentato il successo sullo Spezia. “Passare il turno era l’importante. Serviva una gestione migliore della gara, troppi gli spazi lasciati allo Spezia ma noi voliamo in semifinale. Noi siamo con il mister, tutti, e lavoriamo ogni giorno per vincere. Abbiamo mostrato un ottimo calcio”.

Giovanni Spinazzola

29 Gennaio 2021 00:13 - Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2021 00:13
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi