15 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 22:57
SPORT
Napoli: Gli azzurri sgobbano sodo a Castelvolturno. Verdi: "Qui mi sento a casa mia"
11 Ottobre 2018 21:29 —

Il Napoli lavora, nonostante il tempo inclemente, agli ordini di Carlo Ancelotti. Dopo i ter giorni di riposo, è tempo di sgobbare sodo per gli azzurri, oggi alle prese con una doppia seduta di allenamento. In quella mattutina, la squadra ha svolto la prima fase in palestra con esercizi per la prevenzione infortuni, poi seduta finalizzata al possesso palla. Successivamente esercitazioni al tiro. Chiusura con serie di sfide col pallone 1 contro 1 e 2 contro 2. Giornata importante per Alex Meret; il portiere classe ’97 ha in programma la visita di controllo alla Clinica Pineta Grande di Castel Volturno. Se andrà a buon fine, con esito positivo da parte dei medici sulla calcificazione del calleo osseo, allora il portiere si metterà a disposizione del tecnico e lavorerà con i compagni con possibile convocazione – la prima con la maglia azzurra – in vista di Udine. Nel centro sportivo azzurro assenti tutti i nazionali. Stasera toccherà scendere in campo a Fabian Ruiz impegnato con la Nazionale Under 21 nel match di qualificazione agli Europei Under 21 con la sua Spagna contro l’Albania (Furie Rosse già qualificate). In campo anche Milik, Zielinski e Mario Rui in Polonia-Portogallo – e quindi da avversari – nella gara di Uefa Nations League a Chorzow, nello stesso girone dell’Italia. Infine giorno di gara anche per Raul Albiol impegnato nell'amichevole Galles-Spagna a Cardiff. 

Intanto, Simone Verdi non è stato convocato da Roberto Mancini con l’Italia e, quindi, sta sfruttando questi giorni per lavorare gli ordini di Carlo Ancelotti e farsi trovare pronto alla ripresa del campionato. Il calciatore ex Bologna ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Kiss Kiss. Ecco quanto riportato dal sito ufficiale del club.

"Quando sono venuto a Napoli non pensavo di trovare un gruppo così straordinario. È la cosa che più mi ha colpito in questi mesi. Sono molto contento di come sto vivendo questa esperienza. Napoli è una città stupenda e la sto visitando, unitamente alla mia fidanzata, perché mi piace viverla in tutta la sua dimensione. Giocare qui per me è grandioso, sono felice e spero di poter dimostrare il mio valore. Seguo le indicazioni di Ancelotti e lavoro con grande entusiasmo. Il mister ti coinvolge e ti fa sentire protagonista anche se non giochi. Tecnicamente è un grande allenatore che ti arricchisce non solo dal punto di vista calcistico ma soprattutto umano".

Da gennaio che dicesti no a ora che sei in azzurro cosa è cambiato? "Non dissi no al Napoli, bensì dissi sì al Bologna per terminare la stagione in una squadra che mi ha dato affetto e fiducia".

"Giocare a Napoli è sempre stato un mio desiderio. Ho atteso il tempo giusto e ora sono qui con grande gioia. Sapevo che avrei trovato una squadra forte, un Club di vertice e una piazza fantastica. Quello che è andato oltre alla mia immaginazione, devo dire, è stato il gruppo. Una rosa formata da campioni, ma allo stesso tempo così umile, è davvero raro incontrarla. Ecco, qui mi sono subito inserito perché ho trovato ragazzi umili, disponibili e con una umanità altissima. Credo che questo sia molto una componente determinante per raggiungere obiettivi alti".

La tua emozione al debutto in Champions.

"Esordire in Champions, al San Paolo e contro il Liverpool, sarebbe stato solo un sogno qualche tempo fa. È accaduto e sarà per me indimenticabile soprattutto perché abbiamo vinto in una serata magica".

Ci pensi alla Nazionale? "Sarebbe da ipocrita dire di no. Ci penso alla maglia dell'Italia, come è giusto che sia. Però penso maggiormente alla maglia azzurra del Napoli, voglio concentrarmi per una grande stagione. Poi la Nazionale è una conseguenza di quello che ottieni nella squadra di Club".

Napoli ti ha già adottato..."Sì, mi sento a casa mia, giro per le strade, visito i musei e mi godo la passione e la bellezza di questa città. Mi hanno anche regalato una statuetta che mi raffigura e questo mi riempie di gioia...".

Giovanni Spinazzola

11 Ottobre 2018 21:29 - Ultimo aggiornamento: 11 Ottobre 2018 21:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi