21 Settembre 2018 - Aggiornato alle 21:29
CRONACA
Napoli: Gragnano, 16enne arrestato dai Carabinieri. Calci e pugni alla madre ed alla sorella per avere i soldi per lo smartphone
02 Settembre 2018 14:23 —

Ha 16 anni, è di Gragnano ed era incensurato. E' stato arrestato dai Carabinieri della locale stazione per tentata estorsione. I militari sono intervenuti su richiesta della madre che ha chiamato il 112 per chiedere aiuto ed hanno arrestato il minore dopo che aveva colpito a calci e pugni la donna solo perché gli aveva negato i soldi che pretendeva. Pugni anche alla sorella, intervenuta in difesa della madre, che ha rimediato un trauma cranico giudicato guaribile in 3 giorni. Entrambe sono state, inoltre, minacciate con un coltello recuperato dal ragazzo in cucina, poi posto sotto sequestro. Bloccato il giovane, allontanatosi per evitare i guai ma rintracciato a pochi metri da casa, e messe al sicuro le vittime, in caserma i Carabinieri hanno ricevuto la loro denuncia. Le violente richieste di denaro si ripetevano da circa un anno ed erano finalizzate, hanno riferito i genitori dell’arrestato, all’acquisto di uno smartphone. Il giovane si trova ora nel centro di prima accoglienza per minori dei Colli Aminei.

02 Settembre 2018 14:23 - Ultimo aggiornamento: 02 Settembre 2018 14:23
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi