04 Ottobre 2022 - Aggiornato alle 00:54
CRONACA

Napoli: Incredibile al Comune di Via Lieti, deve rinnovare la tessera elettorale ma un problema burocratico ne impedisce l'operazione

21 Settembre 2022 12:31 —

Essere cittadini modello nella III Municipalità di Napoli sembra essere davvero difficile. Non bastano i tanti problemi – anche e soprattutto di viabilità e di trasporti, tra metro a singhiozzo e filobus che dovrebbero trovare posto nei musei dei veicoli vintage – in una zona che abbraccia i quartieri di Stella e San Carlo e conduce fino agli ospedali cittadini, tra cui il Cardarelli, il nosocomio più importante del Sud Italia. Ve ne sono anche relativi alla burocrazia vera e propria, con chiaro riferimento ai servizi che offre la sede distaccata del Comune sita in Via Lieti.

Il piccolo Municipio, di fatto, che peraltro “governa” un quartiere di circa 100mila abitanti, come una piccola cittadina di provincia, che priva gli abitanti dei loro diritti.

Ci riferiamo in particolare a quello del diritto di voto, un dovere civico sancito dall’articolo 48 della Costituzione che rischia di non essere esercitato da una vittima di un vero e proprio episodio increscioso e denunciato alla nostra redazione.

L’elettrice in questione, si è recata stamane presso gli uffici di via Lieti allo scopo di rinnovare la tessera elettorale, a quattro giorni dall’apertura dei seggi. D’altronde, come si legge sul sito del Comune relativo alla III Municipalità, gli uffici saranno aperti per il rilascio delle tessere elettorali da martedì 20 a sabato 24 settembre 2022, dalle ore 9:00 alle ore 18:00 e domenica 25 settembre 2022, dalle ore 7:00 alle ore 23:00. Una pratica di pochi minuti che non è stata possibile esercitare. Il motivo? Alquanto grottesco, su cui varrebbe la pena indagare. Dall’addetta si è infatti sentita rispondere come il numero progressivo indicato dal pc non corrisponda al numero delle tessere cartacee in suo possesso. Una situazione senza via d’uscita, in pratica, ed il prospetto di dover aspettare lunghe ore senza nemmeno la possibilità che il problema venga risolto. Naturalmente la cittadina ha abbandonato imbufalita la sede del Comune, amareggiata anche l’ora di permesso chiesta al lavoro risultata vana. Una situazione sicuramente inaccettabile a pochi giorni dalle elezioni che stabiliranno la nuova guida politica del Paese, con un disservizio che non può essere tollerato. Farebbero bene i dirigenti della sede distaccata di Via Lieti – dal Presidente in primis – a vigilare meglio sull’operato di chi lavora in quegli uffici.  

Giovanni Spinazzola 

 

21 Settembre 2022 12:31 - Ultimo aggiornamento: 21 Settembre 2022 12:31
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi