25 Giugno 2022 - Aggiornato alle 16:48
CRONACA
Napoli: La Phytolacca di Piazza degli Artisti emblema dell'inefficienza dell'amministrazione comunale
01 Giugno 2022 21:52 —

E' trascorso quasi un anno dal grido d'allarme lanciato dai residenti del quartiere collinare di Napoli per salvare e ridare dignità alla Phytolacca di Piazza degli Artisti e, ad oggi, a nulla sono valse le proteste e le petizion indirizzate al Comune di Napoli.    

Difatti, la situazione non è cambiata e nonostante la Phytolacca di Piazza degli Artisti sia censita tra gli Alberi monumentali dall'Assessorato all'Agricoltura della Regione Campania  nulla è stato fatto e non si è ancora intervenuti per motivi a tutti sconosciuti. 

"La Phitolacca in questione rimane l’ultimo albero rimasto nell’importante piazza a confine tra i quartieri Vomero e Arenella, dopo la morte delle sei palme presenti nelle aiuole centrali, infestate, tempo addietro, dal famigerato punteruolo rosso e lo spostamento della pianta d’ulivo, posta, in passato, alla confluenza tra via S. Gennaro ad Antignano e via Luca Giordano", ricorda Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari e già Presidente della ex Circoscrizione Vomero.

Ricordiamo che da circa un anno, l'unico intervento effettuato e poi nulla più è stato quello di transennare tutta l’area posta intorno all’aiuola dove è collocato l’albero.

Ciò ha, di fatto, ridotto la carreggiata fino a formare un imbuto nel quale ogni giorno confluiscono decine di migliaia di auto che talvolta creano un igorgo e un blocco del traffico che arriva fino a piazza Medaglie d'Oro. 

Dopo un anno, si può senza ombra di dubbio dichiarare che la Phytolacca di Piazza degli Artisti, è l'emblema dell'inefficienza dell'amministrazione comunale.            

01 Giugno 2022 21:52 - Ultimo aggiornamento: 01 Giugno 2022 21:52
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi