22 Novembre 2019 - Aggiornato alle 05:41
CULTURA&SPETTACOLO
Napoli: Laboccetta e Sgarbi domani a Roma per sostenere lo storico Caffè Greco sotto attacco dell'ospedale Israelitico
21 Ottobre 2019 15:26 — Vittorio Sgarbi: “Offrirò cappuccino e brioches ai manifestanti”.

Da oltre due anni lo storico Caffè Greco in Roma è sotto attacco. L'ospedale Israelitico della Capitale in queste ore si sta affannando per tranquillizzare la pubblica opinione sul destino che ha "riservato" al Caffe' Greco. Ma basta leggere le carte per capire tutta la verita'. Ed e' inutile che l'ospedale continui a mezzo stampa ad annunciare promesse che non e' in grado di mantenere. In quanto non dispone della proprietà del Caffe' Greco. Bensì del solo contenitore. E questo lo ha ben chiarito e ribadito con una nota il Ministero dei Beni Culturali. D'altronde se  l'ospedale tenesse davvero alla storicità del Caffe' Greco non avrebbe ripetutamente tentato di far rimuovere il vincolo che lo tutela come Bene Culturale. Nessun organo di informazione, da quel che ricordo, ha ben sottolineato che la licenza di esercizio, il nome, il marchio, le opere d'arte e tutti gli arredi sono di proprieta' dell'Antico Caffè Greco S.r.l.   Non esiste alcun principio giuridico o norma che possa prevedere che il locatore si possa appropriare e disporre, al termine della locazione dell'azienda di proprieta' del conduttore. Nello sciagurato caso che domattina lo sfratto dovesse essere eseguito, il Caffe' Greco andrebbe in blocco per il conflitto tra le due proprieta'.  L'azienda Caffe' Greco bloccata in quelle mura a causa del vincolo e il rifiuto di rinnovare il contratto d'affitto da parte dell'Ospedale. Mi sento di poter dire che il bluff dell'Ospedale e' oramai scoperto. Si sieda seriamente attorno ad un tavolo e discuta sulle possibili soluzioni.  Che a mio giudizio sono 3.  Un accordo su un equo e sostenibile corrispettivo mensile.  Una proposta ragionevole di vendita delle mura all' Antico Caffe' Greco Srl. O, se veramente lo si volesse, una proposta di acquisto dell'azienda Caffè Greco. Non ho ancora ben compreso i motivi che finora hanno impedito al Ministro Franceschini, al Sindaco Raggi ed alla Regione Lazio per attivare un tavolo di trattative. La legge lo prevede. Un confronto alla luce del sole. Comunque domani, di buon mattino, con Vittorio Sgarbi e tantissimi amici saremo presenti per sostenere le giuste ragioni dell'Antico Caffè Greco. Lo dichiara in una nota l'ex deputato di Napoli Amedeo Laboccetta.

21 Ottobre 2019 15:26 - Ultimo aggiornamento: 21 Ottobre 2019 15:26
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi