17 Novembre 2018 - Aggiornato alle 02:00
POLITICA
Napoli: Lega, da De Magistris sull'immigrazione irregolare solo ipocrita solidarietà a fini propagandistici
22 Agosto 2018 09:29 —

Luigi De Magistris attacca in una nota Matteo Salvini e la Lega, cercando, come è ormai consuetudine di tutta la sinistra, di rinvigorire il dissenso dei meridionali nei confronti del passato della Lega, a loro dire, anti meridionale e soprattutto anti napoletano. Il giochetto però, dispiace per loro, non funziona più. I cittadini e gli elettori hanno capito che il nuovo corso della Lega voluto da Matteo Salvini riguarda tutto il Paese, tutela le tante e pregevoli diversità che lo caratterizzano nel rispetto dell’unità e degli interessi nazionali. Le battaglie per ridare la dignità calpestata dai precedenti governi e da alcune amministrazioni locali a questo Paese e soprattutto al Sud, passano per la lotta alla mafia e alla immigrazione incontrollata, per creare lavoro ai giovani e meno giovani,  per il sostegno alle imprese strozzate dalle tasse e dalla burocrazia, per la tutela degli interessi nazionali in Europa e per la vicinanza e il sostegno dovuto alla Magistratura, alle forze dell’ordine e a tutti i cittadini da Nord a Sud dello Stivale, abbandonati dalla politica per troppo tempo. Il sindaco De Magistris non può puntare il dito contro la Lega e Salvini parlando di accondiscendenza interessata nei confronti del meridione quando invece ed è sotto gli occhi di tutti, questo partito in soli pochi mesi, ha dato vita al “governo del fare” con risultati tangibili che sono andati ben oltre le parole. Molti di questi poi, riguardano neanche a farlo apposta, proprio il meridione e la provincia di Napoli. Basti pensare all’istituzione di un sottosegretariato dedicato al sud, all’apertura dei tribunali ad Ischia che imponevano trasferte assurde agli avvocati del posto, alla nomina sempre ad Ischia, di un commissario ad hoc per la ricostruzione post-terremoto e non in ultimo agli incontri in Prefettura grazie ai quali hanno fatto seguito i recenti interventi di regolarizzazione dell’immigrazione nel quartiere Vasto. Il sindaco De Magistris non può infine criminalizzare chi auspica solo il rispetto delle leggi vigenti perché gli sia sempre ben chiaro che l’immigrazione irregolare o clandestina, è un reato punito dal nostro codice penale e che figure istituzionali come la sua, non possono assolutamente perseguire sventolando per di più, un vessillo di ipocrita solidarietà ai soli fini propagandistici.

22 Agosto 2018 09:29 - Ultimo aggiornamento: 22 Agosto 2018 09:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi