19 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 09:09
CRONACA
Napoli: Omicidio Forino, sette arresti
03 Luglio 2019 09:07 —

In data odierna i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Gruppo di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione ad un'ordinanza di custodia cautelare che ha disposto la custodia in carcere nei confronti di sette indagati, emessa dal GIP del Tribunale di Napoli, all'esito di articolate indagini svolte dalla Direzione distrettuale antimafia, nei confronti dei responsabili dell'omicidio in pregiudizio di Forino Emilio, perpetrato in Casavatore il 4.8.2011.

Le attività di indagine - fondate su dichiarazioni di collaboratori di giustizia, intercettazioni ed un'ampia messe di riscontri - hanno consentito di ricostruire mandanti ed esecutori materiali dell'evento delittuoso, di cui è rimasto vittima un affiliato del clan Ferone per decisione del direttorio della confederazione denominata Le Cinque Famiglie di Secondigliano, imperante nella zona nord di Napoli e sorta dalla scissione degli Amato Pagano.

Per come ricostruito Forino Emilio si era allontanato dai Ferone per avvicinarsi ai Marino e la sua uccisione venne richiesta da Ferone Ernesto e da Pagano Vincenzo al cartello delle Cinque famiglie. L'omicidio portò alla marginalizzazione temporanea del gruppo criminale che operava sulle case celesti, sino alla spaccatura interna esplosa con l'omicidio di Nocerino Ciro del settembre 2011.

La dinamica dell'omicidio Forino fu particolarmente efferata perché la vittima venne condotta dai suoi assassini, che egli credeva suoi compagni, in Casavatore, ove pensava di dover subire una punizione minore a causa dei dissapori con Ferone Ernesto e fu quindi assassinata a sangue freddo e lasciata sul marciapiede.

I soggetti colpiti da misura cautelare sono tra gli esponenti di primissimo piano delle Cinque Famiglie di Secondigliano, Abete Arcangelo detto Angioletto , Abbinante Arcangelo, Esposito Giovanni, detto o' muort , Marino Angelo, Manganiello Roberto, Pagano Vinenzo detto sce sce, Perone Ernesto.   

03 Luglio 2019 09:07 - Ultimo aggiornamento: 03 Luglio 2019 09:07
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi