27 Giugno 2019 - Aggiornato alle 06:32
CRONACA
Napoli: Operazione "Oro rosso" della Polizia Ferroviaria
16 Febbraio 2019 20:47 —

Gli agenti del Compartimento Polizia Ferroviaria per la Campania, nell’ambito dell’operazione Oro Rosso predisposta dal Servizio Polizia Ferroviaria, ai fini della prevenzione e del contrasto dei furti di rame, hanno effettuato controlli amministrativi presso  32 siti, tra rottamai e depositi lungo la linea ferroviaria,  identificando 123  addetti.  Con l’ausilio di un elicottero del Reparto Volo di Napoli e di un drone messo a disposizione da Protezione Aziendale  del Gruppo Ferrovie dello Stato sono state sorvolate le tratte ferroviarie ritenute più a rischio per questa tipologia di eventi criminosi ed effettuate riprese video  aeree. Sono stati altresì effettuati 9 controlli lungo linea e su strada allo scopo di tracciare e verificare la regolarità dei trasferimenti di questo prezioso metallo da un deposito all’altro. Sono intanto proseguite le task force antiabusivismo ed antiattraversamento ed i  controlli di sicurezza realizzati nei principali impianti ferroviari nei confronti di passeggeri e bagagli, mediante l’attuazione dei dispositivi di restringimento degli accessi in corrispondenza dei varchi presidiati dal personale della Polizia Ferroviaria  in uniforme e munito di palmare e di metal detector. In particolare, l’attenzione degli agenti  della Polfer è stata richiamata  da diverse segnalazioni  giunte in merito alla presenza di estranei in aree ferroviarie interdette e di frequenti e pericolosi attraversamenti dei binari, nella stazione di Pagani. Sono stati  così organizzati servizi mirati alla prevenzione di questi comportamenti impropri ed anomali che mettono in pericolo l’incolumità delle persone e pregiudicano la regolarità del trasporto ferroviario, all’esito dei quali sono state sanzionate amministrativamente 15 persone colte dagli operatori di polizia nell’atto di attraversare i binari o sorprese a camminare lungo la linea ferroviaria.  I controlli hanno permesso di identificare 4001 persone; di denunciare 7 persone all’Autorità Giudiziaria (uno per danneggiamento, oltraggio, resistenza, minacce e false attestazioni;  uno per tentato furto; uno per rifiuto di dare le generalità; uno per violenza e minaccia a incaricato di pubblico servizio; uno per interruzione di  pubblico servizio; due per introduzione e commercio di merce con marchi contraffatti. 19  venditori abusivi sono stati sanzionati e sono stati eseguiti quattro ordini di allontanamento con il cosiddetto dacur. Sono stati controllati 1195 bagagli e sono state comminate 69 sanzioni amministrative e 19 sequestri amministrativi e due sequestri penali. Nella stazione di Napoli Centrale, in due distinti interventi, E.C.A., tunisino trentaseienne, irregolare sul territorio nazionale, è stato sorpreso con un borsone pieno di calzature sportive  con il logo contraffatto della nota marca Vans, pronte per essere vendute e G.M. senegalese trentottenne, è stato colto  con diverse borse con noti marchi quali Gucci, Moschino e Prada, contraffatti. I due uomini sono stati  denunciati per introduzione e commercio di merce con marchi contraffatti e la mercanzia ed il borsone sono stati sequestrati. Nell’ambito dell’attività antiabusivismo sono stati segnalati amministrativamente 19  venditori privi di autorizazione  con ingenti quantità di merce venduta abusivamente, sequestrata. A napoli Centrale, C.J., senegalese, classe 1987, approfittando della presenza di numerosi viaggiatori in  procinto di salire sulla metropolitana in arrivo, ha infilato la mano nella borsa di una donna per derubarla. Fortunatamente un’altra viaggiatrice, che ha assistito alla scena, ha iniziato ad urlare, richiamando l’attenzione degli agenti della Polizia Ferroviaria che sono immediatamente intervenuti ed hanno bloccato l’uomo. Le immagini dell’impianto di videosorveglianza hanno confermato la versione della testimone e l’uomo è stato denunciato per tentato furto. La presenza di un tredicenne che si aggirava da solo nella stazione di Napoli Centrale, nella tarda serata di ieri, non è passata inosservata ed il ragazzino è stato subito avvicinato da una pattuglia della Polizia Ferroviaria. Gli agenti hanno così appreso che si era allontanato dalla sua abitazione in provincia di Napoli senza dirlo  ai suoi genitori. La sua fuga è così terminata prima ancora di iniziare perché i poliziotti hanno avvisato la madre che si è precipitata in stazione per riportarlo a casa.

16 Febbraio 2019 20:47 - Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio 2019 20:47
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi