13 Novembre 2019 - Aggiornato alle 00:54
SPORT
Napoli: Opinionisti e moviolisti ancora sotto choc per la decisione di Giacomelli di Giovanni Spinazzola
31 Ottobre 2019 16:05 —

Napoli-Atalanta si è chiusa tra le polemiche per una decisione di Giacomelli che, ancora oggi, lascia di stucco moviolisti ed opinionisti per l’assurdità della decisione presa senza aver consultato il VAR ed aver provveduto all’OFR (On Field Review, la revisione sul monitor di servizio a bordo campo). Gara abbondantemente e pesantemente condizionata da quell’episodio, con i partenopei che hanno subìto la doppia beffa; dal rigore non concesso si è passati al gol incassato. Inaccettabile. Passando ai fatti di campo, però, ci preme evidenziare l’analisi tattica della gara. Il Napoli, infatti, nonostante il punto conquistato, ha letteralmente schiantato gli orobici; una gara magnifica, con i partenopei che hanno dominato in lungo ed in largo chiudendo per larghi tratti della gara l’Atalanta nei suoi 16 metri, la squadra più in forma del campionato. Una partita preparata alla perfezione da Re Carlo Ancelotti, con il tecnico che mandato in tilt i bergamaschi sul punto di vista della tattica. Squadra schierata con un falso 4-4-2, diventato ben presto un 3-5-2; Di Lorenzo a tutta fascia a destra, con Callejon ad accentrarsi verso il centro e Gosens mandato al manicomio ben presto. Luperto, invece, a sinistra bloccato sulla linea dei centrali accanto a Koulibaly e Maksimovic; Fabian Ruiz regista e faro della squadra, con lo spagnolo a tutto campo ed a disegnare calcio. Lozano e Milik in attacco, invece, non hanno dato punti di riferimento alla difesa orobica ed il risultato è stata la formazione di Gasperini in balìa dell’avversario. Il Napoli, ieri, era in “modalità Champions League” e, se avesse avuto un po’ di cinismo, avrebbe segnato quattro gol in mezz’ora con buona pace di Gasperini e dell’arbitro. Perso Allan, l’unico incontrista, Zielinski ha interpretato bene le due fasi interagendo benissimo con Fabian Ruiz. Nella ripresa, poi, il 3-5-2 in fase di possesso palla è diventato un 4-3-3, a tratti 4-2-4 con Mertens ed Insigne a giocare soprattutto sul centro sinistra per allargare le maglie difensive della squadra di Gasperini. Ai punti il Napoli ha stravinto, tatticamente un successo esemplare, con Ancelotti che ha mostrato di essere ancora il migliore nel preparare le gare e nel leggerle a partita in corso. Allan, intanto, si è sottoposto agli esami del caso dopo l’infortunio di ieri. Ecco il responso. Il brasiliano ha evidenziato un trauma distorsivo del ginocchio destro con interessamento del tendine popliteo. 

31 Ottobre 2019 16:05 - Ultimo aggiornamento: 31 Ottobre 2019 16:05
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi