24 Maggio 2019 - Aggiornato alle 08:58
SPORT
Napoli: Ora blindare il secondo posto
24 Aprile 2019 19:29 —

Il campionato non è finito ancora, il secondo posto è da blindare ma impazza già il mercato, il primo vero dell’era Ancelotti. Non sarà rivoluzione, tantomeno rifondazione, ma alcuni calciatori partiranno e la rosa sarà svecchiata, non necessariamente dal punto di vista anagrafico. Re Carlo ha già individuato alcuni obiettivi funzionali al suo progetto, utili per ridurre il gap dalla Juve e provare, finalmente, a vincere. Già, ma cosa serve a questo Napoli? Andiamo a scoprirlo ruolo per ruolo. 
Portieri. È il reparto che no sarà toccato. Ospina sarà riscattato e, insieme a Meret, formerà la coppia di estremi difensori nella prossima stagione. Karnezis sarà confermato e, eventualmente, ceduto solo se sarà il greco a chiederlo. 
Difensori. Grandi lavori in difesa, soprattutto nel reparto terzini. I partenopei cercano un laterale basso con Trippier, al momento, il nome sondato insieme a Meunier del PSG. Potrebbe andare via Hysaj ma anche Mario Rui e gli azzurri devono cautelarsi e rinforzare le fasce. Al centro, invece, intoccabile Koulibaly così come Albiol, Maksimovic ha convinto Ancelotti, anche per la sua duttilità (impiegato a destra in Champions League) così come Luperto. Punto interrogativo su Chiriches, difensore apprezzato ma troppo incline all’infortunio. 
Centrocampo. Anche nella zona mediana del campo possibile una mini rifondazione; Diawara sarà ceduto, Fabian Ruiz e Zielinski intoccabili. Al centro dovrebbe arrivare un regista – Veretout è un acquisto quasi vicino – ed un jolly come Pablo Fornals, capace – un po’ come Fabian Ruiz – di occupare tutti i ruoli della mediana. Possibile un altro innesto se dovesse partire anche Allan (Ancelotti, però, l’ha blindato). 
Esterni. Callejon è vicino al rinnovo del contratto; lo spagnolo è ormai un napoletano d’adozione e non vuole lasciare il club partenopeo. Resterà (sarà il capitano in caso di addio di Insigne) anche perché ha conquistato pure Ancelotti ed è pedina fondamentale nello scacchiere di Re Carlo. Ounas è sotto esame ma è destinato a partire, mentre Younes potrebbe restare. Per il tedesco sarà fondamentale il finale di stagione ma, quando chiamato in causa, ha lasciato intravedere qualche colpo interessante. 
Attacco. Milik non si muoverà, sarà la pedina da cui ripartire anche nel prossimo anno. Punto interrogativo, invece, su Dries Mertens; il belga ha rifiutato la Cina, vuole restare a Napoli e potrebbe farlo anche se non dovesse arrivare il rinnovo. Nelle ultime settimane “Ciro” ha mostrato un discreto stato di forma e, soprattutto, dato prova di coesistere con Arek. Molto più vicino alla partenza è Lorenzo Insigne; il capitano è stufo delle critiche da parte dei tifosi e il suo agente, Mino Raiola, già lavora per piazzare l’attaccante altrove, con sostanziale aumento d’ingaggio. Ultime settimane decisive anche per Simone Verdi, chiamato ad un “dentro o fuori”. In entrata, al posto di Insigne dovrebbe arrivare Lozano, messicano del PSV Eindhoven, mentre è possibile l’ingaggio di un’altra punta, in grado di giocare accanto a Milik o sostituirlo.  

Giovanni Spinazzola 

24 Aprile 2019 19:29 - Ultimo aggiornamento: 24 Aprile 2019 19:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi