21 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 01:42
CULTURA&SPETTACOLO
Napoli: Parte dalla città partenopea la sfida a Sanremo per il rilancio del panorama canoro musicale Made in Italy
23 Dicembre 2017 17:22 — Aprile 2018, il lancio del nuovo “Festival della Musica Italiana da Napoli”. Big e Giovani in gara.

Da troppi anni scippata delle sue glorie e svalutata al rango di città di quart'ordine grazie a Gomorra, all'immondizia ed a qualche episodio di stampa estera che l'ha nominata capitale della delinquenza, Napoli, capitale, invece, della cultura e dell'accoglienza, ancora una volta si rende protagonista di una strabiliante sfida. Sotto il Vesuvio, difatti, ci si appresta, grazie all'idea del vulcanico cantautore e produttore Andrea Lybra, Direttore del gruppo di Produzioni Discografiche Enjoy Milano, a varare un progetto di grande livello e molto ambizioso, il “Festival della Musica Italiana da Napoli - La Terra del Sole". In collaborazione con il giornalista Gaetano Guerra che vanta una militanza più che trentennale nel settore dello spettacolo, Lybra, ad Aprile darà vita da Napoli ad un'iniziativa paritetica al Festival di Sanremo con relativa gara canora tra Big e categoria Giovani i quali provenienti da tutt’Italia già da gennaio andranno a far parte sostanziale dei lavori dell’organo ufficiale preposto a tale compito, ovvero l’Accademia del bel canto, la terra del sole, che consisterà nell’unica opportunità per i giovani emergenti (oltre a coloro che saranno presentati da etichette discografiche) per ambire al prestigioso traguardo delle cinque giornate finali in diretta radiotelevisiva nazionale. Tale evento, sarà accompagnato da svariate ulteriori iniziative artistiche collegate al festival, a partire dalla grande Fiera “Napoli Città del Festival, La Terra del Sole", che dal 20 Aprile al 25, dominerà il proscenio del lungomare Caracciolo e Rotonda Diaz dove è prevista l’esposizione delle eccellenze enogastronomiche e artigianali nazionali con particolare attenzione a quelle campane e del Sud Italia. Nell'ambito della manifestazione, sono previsti spettacoli di arte varia anche a piazza Dante ed eventi artistico culturalii nei musei, gallerie d’arte e chiese storiche che permetteranno così la visita, a prezzi politici, ai giovani studenti che volessero conoscere le bellezze artistiche di Napoli, patriimonio dell'UNESCO. "Sarà una festa nella festa che consentirà alla città di confermare che nella realtà è una delle più belle ed accoglienti del mondo" dichiarano Lybra e Guerra, che evidenziano nel contempo "il contributo importante dato al progetto dal Sindaco Luigi De Magistris e dall'Assessore Daniele" e ringraziano l'amministrazione comunale per la concessione del patrocinio morale. Ad ospitare le cinque giornate finali del festival, che saranno trasmesse in televisione e radio a diffusione nazionale, sarà lo storico Teatro Politeama. 

23 Dicembre 2017 17:22 - Ultimo aggiornamento: 23 Dicembre 2017 17:22
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi