25 Ottobre 2021 - Aggiornato alle 08:23
POLITICA
Napoli: Per Maresca visita di Conte inutile passerella. "Un pacco per Napoli altro che patto". Cantalamessa (Lega): "Ha fatto di più Salvini in pochi mesi che l'ex Premier"
16 Giugno 2021 00:41 — Maresca: "L'autonominatosi avvocato del popolo che verrà ancora a Napoli a portare per vie e piazze il rettore del popolo o come si vorrà definire Manfredi, parli di programmi per Napoli, del debito di Napoli, dello squilibrio finanziario, del patrimonio immobiliare gestito ad capocchiam e spesso per far scialare amici e amici degli amici". 

La visita dell'ex premier Giuseppe Conte a Napoli è una inutile passerella che non convince né i 5s, oggi in piazza per contestare i vertici del movimento, né il PD che evita qualunque commento sulla inutile presenza se non per muovere critiche. La verità è che Conte non ha mai aiutato la città prima, quando era alla guida dell'esecutivo,  non lo farà adesso da leader di un partito a pezzi. Basta vedere quante volte ha visitato la città in tre anni da primo ministro. Ha fatto molto di più Matteo Salvini da ministro dell'Interno e leader del primo partito d'Italia, con strumenti a contrasto della criminalità, stanziamenti per le nuove assunzioni nei corpi di polizia e videosorveglianza, la norma per la rottamazione dei motorini sequestrati come chiesto dal comune, scuole sicure, il potenziamento della Questura e fondi straordinari per la sicurezza, senza dimenticare l'alta Scuola di Formazione e non ultimo con l'assist alla sede europea a Napoli dell'Antiriciclaggio, che lo stesso Conte in anni a palazzo Chigi. Oggi abbiamo assistito all'ennesima passerella della sinistra che ha sulle proprie spalle anni di false promesse e fallimenti, a cominciare dalla riqualificazione di Bagnoli e del lungomare est, passando per l'ampliamento del porto e per finire sulla gestione contabile delle casse comunali. Chiediamo ai napoletani uno scatto d'orgoglio. È giunto il momento di dire basta alla politica degli annunci, delle promesse e della falsa accoglienza. La città, con le prossime elezioni amministrative, si gioca una partita chiave per il futuro. E con la sinistra ancora al governo di Napoli sarebbe un tuffo nel passato. Un passato che conosciamo bene e che non ci è mai piaciuto". Così in una nota il deputato della Lega Gianluca Cantalamessa.

Anche il candidato a Sindaco Maresca ha criticato duramente l'arrivo a Napoli di Conte. "Solo luoghi comuni e stereotipi retrivi" ha detto il PM anticamorra. "Trovo incredibile il luogo-comunismo e l'utilizzo di stereotipi retrivi su Napoli da parte di persone che hanno avuto responsabilità di governo. L'autonominatosi avvocato del popolo che verrà ancora a Napoli a portare per vie e piazze il rettore del popolo o come si vorrà definire Manfredi, parli di programmi per Napoli, del debito di Napoli, dello squilibrio finanziario, del patrimonio immobiliare gestito ad capocchiam e spesso per far scialare amici e amici degli amici. Consiglio a Conte e a tutti i ministri e gerarchi vari del Movimento 5 Stele (una elle) - aggiunge Maresca in una nota - di spiegare bene a chi in questi anni li ha premiati col consenso contro la partitocrazia e il partito del tassa e spendi, questa storia del pacco per Napoli. Altro che patto per Napoli. Conte sappia che noi non consentiremo a nessuno di far fallire Napoli sotto il peso di un debito mostruoso figlio di 35 anni di gestione sinistra del Comune. Napoli con noi al governo avrà un equilibrio finanziario, spenderà quello che incasserà, non torchierà con ulteriori tasse e balzelli i napoletani e pretenderà attenzione da parte del governo e del Parlamento, dunque anche del Pd e del M5S che oggi a Napoli hanno celebrato questo legame incestuoso", conclude Maresca.

16 Giugno 2021 00:41 - Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2021 00:41
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi