15 Agosto 2018 - Aggiornato alle 06:45
CRONACA
Napoli: Pianura, per rapinare una donna le sferra un pugno in faccia
18 Maggio 2018 09:30 —

Giuseppe Crapetti, un 45enne di Pianura già noto alle forze dell'ordine, il 28 aprile aveva rapinato una 41enne del luogo in attesa del marito che stava parcheggiando. Su via Conca si era avvicinato alla donna e l’aveva colpita con un pugno sul volto rapinandole il cellulare che teneva tra le mani. Poi aveva fatto perdere le sue tracce. La donna, dopo essersi fatta medicare in ospedale, si era subito recata a denunciare la rapina subìta ai carabinieri della stazione Vomero-Arenella. Raccontata la dinamica e forniti i connotati del rapinatore, aveva aggiunto un dettaglio e cioè che urlando il nome del marito per chiedere aiuto, al grido “Giuseppe” si era voltato pure il rapinatore. A questo dettaglio di sono, inoltre, sommati le immagini di alcune telecamere installate in zona e dettagli sullo scooter utilizzato dal rapinatore e si è giunti alla fine all’identità appunto di un "Giuseppe", appunto Crapetti che, forse avvertendo il rischio dell’arresto, si era reso irreperibile, almeno fino a mercoledì quando i Carabinieri lo hanno rintracciato a casa. Ha tentato l’extrema ratio di barricarsi in casa ma una squadra di vigili del fuoco a cui i militari hanno chiesto ausilio ha forzato la porta blindata dell’abitazione. Crapetti è stato dunque bloccato e sottoposto a fermo per rapina. Perquisite l’abitazione e le pertinenze sono stati sequestrati l’abbigliamento indossato il giorno della rapina e lo scooter. Riconosciuto anche dalla vittima in sede di individuazione di persona, l’uomo è stato infine tradotto in carcere dove il giudice, in sede di convalida del fermo, ha disposto che resti in attesa del processo.

18 Maggio 2018 09:30 - Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2018 09:30
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi