14 Novembre 2018 - Aggiornato alle 19:16
CRONACA
Napoli: Piazza Cavour, rancoroso nei confronti del figlio gli spara in strada seminando il panico
31 Gennaio 2018 17:55 —

Momenti di panico tra i passanti nella zona a ridosso di Piazza Cavour, ove era stata segnalata una persona armata che sparava in strada. La segnalazione, giunta sull’utenza 113, ha consentito alla sala operativa della Questura di far convergere sul posto il personale della sezione “Volanti” dell’Ufficio Prevenzione Generale. Prontamente giunti in Piazzetta Gagliardi, luogo teatro dei fatti, gli agenti hanno notato un uomo che, dopo aver chiuso lo sportello di un’autovettura parcheggiata, tentava di dileguarsi a piedi. L’uomo veniva subito bloccato ed identificato per un parcheggiatore abusivo del luogo, C.C. di 58anni. Nel corso degli accertamenti, giungeva sul posto anche un equipaggio del Reparto Prevenzione Crimine Campania, che ispezionava all’interno dell’autovettura ove era stato notato il 58enne.  Nascosta sotto il tappetino anteriore destro, vi era occultata una perfetta replica di una arma  Beretta calibro 9, a cui era stato tagliato il tappo rosso, una pistola Bruni modello 84, corredata di caricatore.  Nel perlustrare la zona, inoltre, sul manto stradale, i poliziotti rinvenivano e sequestravano 5 bossoli esplosi. Alcuni passanti informavano i poliziotti che tre giovani del quartiere erano rimasti feriti, tanto da richiedere l’intervento del personale del 118. Gli agenti accertavano che il 58enne, dopo aver insultato i tre giovani, non aveva esitato a minacciare di morte il figlio, sparandogli contro mentre era in compagnia di una cugina ed un’amica. I tre giovani, fortemente impauriti, nel fuggire cadevano in malo modo a terra, procurandosi così delle contusioni, guaribili in 7 giorni. Gli agenti hanno denunciato in stato di libertà il 58enne, perché responsabile dei reati di minacce aggravate, lesioni e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

31 Gennaio 2018 17:55 - Ultimo aggiornamento: 31 Gennaio 2018 17:55
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi