10 Luglio 2020 - Aggiornato alle 09:04
CRONACA
Napoli: Piazza Mazzini, i giardini della discordia. E' guerra Municipalità-Volontari
28 Giugno 2020 22:41 —

I giardini di Piazza Mazzini sono divenuti i giardini della discordia tra i volontari e i percettori del reddito di cittadinanza che li hanno ripuliti e la Municipalità nella persona del Presidente che in una intervista sul quotidiano Il Mattino li accusa di aver praticamente distrutto le aiuole dal momento che è stato sfalciato via tutto. «Ci sono tantissimi volontari che ci danno una mano a prenderci cura del verde - ha dichiarato Chirico - ma in ogni caso prima di tagliare via aiuole e arbusti si consultano con noi, chiedono le dovute autorizzazioni e, soprattutto, si lasciano guidare da tecnici preparati. A piazza Mazzini non ci si è limitati a un semplice intervento di pulizia, ma sono state prese decisioni assolutamente arbitrarie sul destino di quell'area verde. Non è così - conclude il Presidente - che si rende un buon servizio alla cittadinanza. La cosa che più ci lascia perplessi è che insieme ai volontari erano presenti alcuni esponenti istituzionali che conoscono l'importanza di certi tipi di competenze ma che, forse, hanno pensato più alla campagna elettorale che alla reale cura del verde».  Alle dichiarazioni di Chirico rispondono con un video su facebook i volontari ed i percettori del reddito di cittadinanza che hanno provveduto a ripulire le aiuole di piazza Mazzini. Nel video vengono intervistati residenti, commercianti e abituali frequentatori di piazza Mazzini che hanno lamentato l'abbandono totale della zona da parte del parlamentino e del Comune di Napoli sottolineando che prima dell'intervento dei volontari, quel luogo era una selva amazzonica. Dalla Municipalità viene precisato che quello messo in atto è un intervento fai-da-te realizzato senza le necessarie autorizzazioni. 

Per guardare il video Clicca Qui

28 Giugno 2020 22:41 - Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2020 22:41
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi