12 Novembre 2019 - Aggiornato alle 06:44
CRONACA
Napoli: Polfer arresta borseggiatore seriale alla Stazione Centrale
18 Ottobre 2019 14:25 —

4736 persone identificate, 3 arresti, 9 persone denunciate in stato di libertà, 17 contravvenzioni elevate di cui 5 ai sensi del regolamento in materia di sicurezza ferroviaria: questo è il bilancio dell’attività effettuata negli ultimi giorni dal Compartimento di Polizia Ferroviaria per la Campania negli scali ferroviari della regione. 

273 sono state le pattuglie impegnate nel controllo del territorio ferroviario, 82 invece quelle impiegate a bordo treno per la scorta di 177 convogli. Inoltre sono stati effettuati 26 servizi antiborseggio per contrastare, in particolare, i furti in danno dei viaggiatori.

E’ proprio nell’ambito dell’attività dei servizi antiborseggio che nella giornata di ieri i poliziotti della Polfer hanno proceduto all’arresto di un quarantaduenne pregiudicato napoletano, autore di un furto aggravato ai danni di un turista straniero. Il quarantaduenne, noto alle Forze dell’Ordine per i suoi numerosi precedenti specifici, si trovava nella Stazione di Piazza Garibaldi quando è stato notato dagli agenti della Polizia Ferroviaria che conoscono bene il suo modo di delinquere: sceglie la preda e, approfittando della confusione che si crea mentre i viaggiatori si accalcano per salire a bordo del treno, gli sfila via il portafogli dalla tasca. Di solito, a compimento del misfatto, il malvivente guadagna subito l’uscita mentre il treno sta chiudendo le porte per riprendere la sua corsa. In questo caso, però, il pregiudicato, con in mano la refurtiva, per un errore di valutazione dei tempi di fuga, è rimasto bloccato a bordo treno proprio tra le braccia dei poliziotti che avevano assistito a tutta la scena. E’ stato quindi arrestato per furto aggravato mentre il portafogli contenente la somma di 160 euro, una banconota da 20 dollari e due carte di credito è stato restituito al legittimo proprietario, un cittadino inglese che ha manifestato la propria gratitudine per il tempestivo intervento della Polizia, che gli ha evitato così il disagio e le lungaggini burocratiche a cui avrebbe dovuto far fronte. Il quarantaduenne è stato condotto agli arresti domiciliari e nella mattinata odierna, giudicato con rito direttissimo, è stato condannato alla pena di un anno di reclusione con obbligo di presentazione alla P.G., 300 euro di multa e  pagamento delle spese processuali.

18 Ottobre 2019 14:25 - Ultimo aggiornamento: 18 Ottobre 2019 14:25
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi