22 Novembre 2017 - Aggiornato alle 19:36
POLITICA
Napoli: Polizia Municipale, NCS scrive al Prefetto per verificare se una assemblea indetta da un sindacato per il primo novembre rispetti la normativa vigente
25 Ottobre 2017 15:20 —

“Abbiamo inoltrata una segnalazione al Prefetto di Napoli sulla gravissima situazione dei lavoratori dell’ente di Palazzo San Giacomo. La grave crisi finanziaria che attraversa il Comune di Napoli, infatti, resa ancor più pesante dall'imposizione del blocco della spesa (ex art. 148 bis TUEL), come da Delibera 240/2017 della Corte dei Conti, ha immediatamente riacceso le preoccupazioni dei lavoratori i quali, nonostante abbiano adempiuto ai loro obblighi lavorativi, non si sono visti riconoscere parte del salario accessorio e vivono costantemente nel timore di subire una ulteriore decurtazione del loro salario. Ci desta non poca preoccupazione la posizione di una sigla sindacale che ha indetto lo stato di agitazione e una assemblea sindacale per il prossimo 1 novembre. Tutto ciò sembrerebbe normale e rientrerebbe nella dialettica tra le parti se non fosse che la proclamata assemblea è rivolta a personale rientrate tra i servizi minimi essenziali e che la stessa assemblea assume, visto le modalità di svolgimento, i contorni di uno sciopero occultato. Come già ribadito, sono ampiamente giustificate le rivendicazioni degli appartenenti al Corpo della Polizia Municipale, visto anche lo sfascio in cui da anni versa lo stesso, e ne condividiamo pienamente le preoccupazioni, ma non è minimamente pensabile che si possa autorizzare una assemblea per tutta la giornata e per l'intero turno lavorativo eludendo di fatto le norme di garanzia sul diritto allo sciopero. Norme che sono state disposte per garantire il diritto di protesta e il diritto della collettività di fruire di servizi indispensabili ed indifferibili. Tra l'altro tali norme vietano, proprio per il personale addetto ai servizi cimiteriali e di polizia locale, di effettuare sciopero nel periodo intercorrente tra i due giorni antecedenti e i due seguenti la commemorazione dei defunti. Confidiamo nel Comandante della Polizia Municipale affinchè richieda l'immediato differimento della protesta ed imponga, come suo obbligo, le modalità di svolgimento della stessa nel rispetto delle normative vigenti. Allo stesso modo ci auspichiamo che il Sindaco riconosca ai lavoratori quanto di loro spettanza, attraverso le rappresentanze sindacali”. E' quanto fa sapere attraverso un comunicato Simona Sapignoli, coordinatore di NCS Napoli, sulla paventata astensione dal lavoro il prossimo primo novembre da parte degli agenti di polizia municipale aderenti ad una lista sindacale.

25 Ottobre 2017 15:20 - Ultimo aggiornamento: 25 Ottobre 2017 15:20
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi