14 Luglio 2020 - Aggiornato alle 01:19
CRONACA
Napoli: Pozzuoli, arrestato ieri sera l'uomo autore del tentato omicidio aggravato commesso nei confronti della compagna
05 Giugno 2020 00:31 —

Gli agenti della Squadra Mobile e del commissariato di Pozzuoli stanno eseguendo un fermo del PM nei confronti del presunto autore del tentato omicidio avvenuto la scorsa notte a Pozzuoli. Il fermato si era reso immediatamente irreperibile ed è stato rintracciato nella tarda serata nell’abitazione del fratello a Monterusciello. L'uomo dovrà rispondere di tentato omicidio aggravato da futili motivi. Dopo essere entrato nell'abitazione della sua ex e dopo una furibonda lite le aveva inferto due fendenti, uno alla schiena e l’altro allo stomaco, per poi lasciarla a terra in una pozza di sangue. La donna versa in gravi condizioni all'ospedale in prognosi riservata. La caccia all'uomo da parte delle forze dell'ordine è durata quasi 20 ore. 

Nella serata del 4 giugno 2020, la Squadra Mobile ed il Commissariato di P.S. di Pozzuoli hanno eseguito il provvedimento di fermo di indiziato di delitto disposto dalla Sezione IV “Fasce deboli” della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli a carico di Vitone Fabianogiuseppe, cl. 90, residente a Pozzuoli (NA), gravemente indiziato del reato di tentato omicidio aggravato commesso nei confronti della sua compagna non convivente. Alle ore 3.00 circa del decorso 4 giugno, D.G. classe ’71, all’interno del proprio appartamento, è stata aggredita con pugni al capo, alla pancia e al volto, ed è stata colpita violentemente con un coltello a serramanico una volta all’addome e due volte al torace. L’autore si è introdotto furtivamente all’interno dell’abitazione per poi fuggire subito dopo. All’arrivo del personale di Polizia la donna, in gravi condizioni, dopo aver riferito quanto accaduto, è stata trasportata in imminente pericolo di vita all’Ospedale Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli,  operata due volte  è tuttora ricoverata in prognosi riservata.
Alla luce degli elementi acquisiti, sussistendo gravi indizi di colpevolezza a carico dell’uomo e considerate le esigenze cautelari, la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli ha emesso un decreto di fermo di indiziato di delitto. Le ricerche degli investigatori volte al rintraccio del Vitone – anche con l’ausilio di presidi tecnici-  hanno consentito il rintraccio dell’indagato alle ore 21.00 circa presso l’abitazione di alcuni familiari.

05 Giugno 2020 00:31 - Ultimo aggiornamento: 05 Giugno 2020 11:31
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi