21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 08:24
CRONACA
Napoli: Pozzuoli, scoppia una maxi rissa al pronto soccorso del Santa Maria delle Grazie. Scene da film: feriti medici e infermieri. Scotti: "Basta stare a guardare senza fare nulla di concreto"
24 Settembre 2017 21:55 —

Maxi rissa al Pronto soccorso dell'ospedale Santa Maria delle Grazie a Pozzuoli. I parenti di un uomo deceduto nel nosocomio sono andati in escandescenza e hanno preso a calci, pugni, schiaffi gli infermieri, un medico e un addetto alla vigilanza privata. Tutti sono dovuti ricorrere alle cure dei colleghi nello stesso ospedale e sono tuttora sotto osservazione. Sul posto i Carabinieri. Nelle fasi concitate, anche un militare dell'Arma è stato colpito al volto ed è stato costretto a ricorre alle cure dei sanitari. Secondo chi era presente alla scena da film, c'era sangue ovunque. Sull'episodio, dura presa di posizione da parte dell'Ordine dei Medici di Napoli. In un comunicato diffuso, il Presidente Silvestro Scotti scrive: «Ancora una volta ci troviamo a commentare una brutale aggressione, quanto ancora dovremo aspettare perché la politica scelga di difendere con leggi severe chi è chiamato ad assistere il prossimo? Come presidente dell’Ordine dei Medici di Napoli voglio esprimere la mia personale solidarietà e quella di tutti i colleghi alle vittime di questa aggressione, ma sento anche il bisogno di dire basta. Basta stare a guardare senza fare nulla di concreto. Serve una legge che punisca chi si rende colpevole di tali violenze, è necessario che i medici, che svolgono una pubblica funzione, siano difesi per legge con la denuncia d’ufficio per chi aggredisce. Se le cose non cambieranno e presto chiunque si sentirà in diritto di fare qualunque cosa, consapevole di potersela cavare senza conseguenze». I dipendenti del presidio, intanto, chiedono più protezione in quanto, dicono, "così é impossibile lavorare".

24 Settembre 2017 21:55 - Ultimo aggiornamento: 24 Settembre 2017 21:55
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi