13 Agosto 2022 - Aggiornato alle 16:28
CRONACA
Napoli: Prefettura, "Action day" interforze nella Terra dei Fuochi Controllate attività commerciali per il contrasto agli illeciti ambientali
15 Luglio 2022 16:17 — Controlli effettuati nei Comuni di San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico e Arienzo, nella provincia di Caserta, e nei Comuni di Quarto, Monte di Procida, Bacoli e Pozzuoli, nell’area metropolitana di Napoli.

Importanti risultati conseguiti dalle pattuglie dell’Esercito Italiano impiegate per l’Operazione “Terra dei Fuochi” nell’Action Day (operazione di controllo straordinario interforze contro lo smaltimento illecito e i roghi di rifiuti industriali, artigianali e commerciali). I militari dell’Esercito Italiano, unitamente alle Forze dell’Ordine, hanno effettuato nuovi controlli per il contrasto agli illeciti ambientali nei comuni di  San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico,  Arienzo, Quarto, Monte di Procida, Bacoli e Pozzuoli.

Il giorno  13 luglio, nei Comuni di San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico e Arienzo  in provincia di Caserta sono state controllate 5 attività commerciali di cui una posta sotto sequestro, e sono state comminate complessivamente oltre 66 mila euro di sanzioni amministrative, 7 persone identificate di cui 1 denunciata ed è stata posta sotto sequestro un’area di oltre 900 Mq.

Sono 12 gli equipaggi impiegati per un totale di 26 uomini messi in campo congiuntamente dall’Esercito Italiano, Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Metropolitana, Guardia di Finanza, e polizia provinciale e locale delle località interessate oltre che ASL, ARPAC e ICQRF Italia Meridionale.

Il giorno  14 luglio, nei Comuni di Quarto, Monte di Procida, Bacoli e Pozzuoli, nella Città Metropolitana di Napoli, sono state controllate 8 attività commerciali di cui 1 sequestrata, e sono state comminate complessivamente oltre 9 mila euro di sanzioni amministrative, 12 persone identificate di cui 2 denunciate ed è stata posta sotto sequestro un’area di oltre  1600 Mq.

Sono , in tutto, 12 gli equipaggi impiegati per un totale di 26 uomini messi in campo congiuntamente dall’Esercito Italiano, Polizia di Stato, Carabinieri, Polizia Metropolitana, Guardia di Finanza, e polizia provinciale e locale delle località interessate oltre che ASL, ARPAC e ICQRF Italia Meridionale.

Prosegue, in tal modo, lo sforzo di repressione e prevenzione dell’abbandono illecito di rifiuti, secondo la pianificazione stabilita nel piano coordinamento della Prefettura di Napoli con la Prefettura di Caserta, la Questura di Napoli, la Questura di Caserta, le Forze di Polizia delle Province di Napoli e Caserta, e le Polizie Municipali dei Comuni di San Felice a Cancello, Santa Maria a Vico, Arienzo, Quarto, Monte di Procida, Bacoli e Pozzuoli, in base alla programmazione proposta dall’Incaricato per il contrasto del fenomeno dei roghi nella regione Campania.

A supporto delle attività operative sul terreno sono stati impiegati un equipaggio dell’Esercito utilizzante un drone (aeromobile a pilotaggio remoto) che a premessa e durante le operazioni hanno consentito il controllo aereo e la ricerca informativa sui siti sottoposti a verifica, con sorvoli aerei volti ad individuare aree destinate a sversamenti illeciti e possibili attività riconducibili.

15 Luglio 2022 16:17 - Ultimo aggiornamento: 15 Luglio 2022 16:17
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi