15 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 21:29
CULTURA&SPETTACOLO
Napoli: Presentazione del libro "Eusapia Palladino La medium star disperazione della scienza" di Alexandra Rendhell
19 Maggio 2018 13:49 — Sabato 26 maggio 2018 ore 10 - Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore nella Sala Refettorio.

La biografia di Eusapia  Palladino, ritessuta per la prima volta con l’aiuto di inediti documenti d’archivio, che fanno ripercorrere, proprio come si svolse davvero, la vita da romanzo di una donna che fece parlare di sé il mondo intero tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, contribuendo a propagare in ogni sfera sociale l’interesse per la ricerca psichica. Uomini di cultura e grandi scienziati di quel tempo, Lombroso, Morselli, il fisiologo premio Nobel Charles Richet, de Rochas e tanti altri ebbero modo di osservare i suoi eccezionali fenomeni attribuiti da alcuni all’intervento dell’aldilà, da altri ad una capacità della mente di origine ancora sconosciuta. Un personaggio affascinante, ma controverso, amato, ma anche criticato e vilipeso da coloro che considerarono le sue misteriose capacità esclusivamente frutto di abili frodi e mistificazioni, tacciando il fior fiore del gotha scientifico dell’epoca di creduloneria o, peggio, di essere abbacinati dal suo magnetico fascino muliebre.

Di se stessa, quasi a scusarsi, ripeteva a chi l’accusava di avere addirittura commercio col demonio: io produco solo buoni fenomeni.

Eusapia Palladino è la medium che meno si è rifiutata alle osservazioni ed agli esperimenti degli scienziati, scrisse di lei Enrico Morselli, la bestia nera degli spiritisti, tessendone con ciò il più grande degli elogi.

Cesare Lombroso, scettico positivista, che l’avrebbe poi chiamata “figlia mia”, disse, dopo aver finalmente partecipato ad una seduta di Eusapia: “Io sono molto vergognato e dolente d’aver combattuto con tanta tenacia la possibilità dei fatti così detti spiritici; dico dei fatti perché alla teoria ancora sono contrario. Ma i fatti esistono e io dei fatti mi vanto di essere schiavo”.

“… Uno dei casi più interessanti di tutta la storia della ricerca psichica; uno dei più noti medium fisici che il mondo abbia mai conosciuto …” Con queste parole il ricercatore psichico americano Hereward Carrington componeva, sul New York Times, il proprio necrologio in memoria della Palladino.

Un saggio che si legge come un romanzo, in cui l’autrice ha voluto riversare la sua passione ed il suo amore per la verità storica di uno dei periodi più proficui per l’indagine e la sperimentazione dei cosiddetti fenomeni spiritici. Una rara ricerca di prove per ridare dignità e giustizia ad una donna che subì, inerme, il sovrapporsi di accuse gratuite e passioni irrequiete, che, nell’arco di mezzo secolo di scetticismo e di speranze, si concentrarono sulle tormentose, ma eterne, problematiche dell’aldilà.

L’autrice Alexandra Rendhell, esoterista, antropologa, profonda studiosa di tematiche dell’esoterismo e del mistero, è autrice di numerosi saggi e articoli sull’argomento. Co-direttore e redattore della rivista mensile Mysterium Exoterium, ha dedicato la sua vita allo studio e alla ricerca degli aspetti esoterici legati alle antiche religioni e ai corrispondenti riti jerogamici, con particolare riferimento all’area mesopotamica e dell’Indo. Ha scritto numerosi testi sulla sacralità femminile nei culti arcaici.

Figlia d’arte, suo padre è Fulvio Rendhell, esoterista e medium di fama internazionale, autore di testi che hanno riscritto la storia delle discipline magiche, innalzandole al rango di scienze.

Alexandra Rendhell continua col padre lo studio approfondito di tali materie, collaborando con lui alla stesura di libri e articoli, tenendo conferenze e incontri in varie parti del mondo, specialmente in Brasile, negli U.S.A. e nel Regno Unito.

Ha fondato nel 2006 il Magikartcafè, circolo culturale itinerante per la corretta divulgazione e lo studio dell’esoterismo, promuovendo l’arte in tutte le sue manifestazioni. Tale progetto vede riuniti numerosi personaggi del mondo della cultura, in particolar modo attori, registi teatrali, pittori, scrittori e poeti attratti dal mondo del mistero. In questo contesto è nata la serie di conferenze Esoterismo nell’Arte (ESOART’S), da lei ideate e dirette.

Nel 2006 nell’ambito di un progetto di divulgazione attualizzata di argomenti a carattere esoterico, un canale televisivo romano ha messo in onda una serie di trasmissioni, Il mondo degli Spiriti, di cui la Rendhell è stata autrice dei testi e conduttrice.

Autrice teatrale, ha scritto, diretto e messo in scena nel 2007 Fate, una storia vera. A settembre del 2010, ha ideato e composto un’intervista dall’aldilà a Carl Gustav Jung, Conversazioni su di un ordinario sincretismo, rappresentata a teatro da Anna Casalino e Franco Gargia, raccogliendo lusinghiere ed entusiasmanti critiche. Nell’ottobre 2011, a Messina, ha recensito al Circolo Pickwick la monografia del pittore Dimitri Salonia, il demiurgo del colore, con presentazione di Vittorio Sgarbi.

Autrice di testi per documentari e trasmissioni tv, ha collaborato e collabora con reti straniere e nazionali, prestando consulenze per produzioni cinematografiche su film di argomento esoterico.

Nel 2009 per la web tv Italialivetube ha scritto e presentato una serie di documentari sui luoghi misteriosi di Roma. Sostenitrice di una spiritualizzazione globale, si batte per il rispetto dei diritti umani, animali e vegetali ed è una sostenitrice di Greenpeace, Medici Senza Frontiere, Save the Children, Amnesty International. Ha scritto e presentato, a tal proposito, un documentario contro la pena di morte e la tortura, Quando Abele diventa Caino, a supporto di Amnesty International. Ha pubblicato, inoltre, su Mysterium Exoterium una serie di articoli sull’immortalità dell’anima degli animali e sulle loro manifestazioni dall’aldilà.

Nel 2014 ha scritto e messo in scena un suggestivo lavoro sul grande Giacomo Casanova, L’ultimo dialogo del vecchio Casanova con il giovane Seingalt Veneziano - Splendori e miserie di un vecchio libertino, con Franco Gargia e Alex Pascoli.

Autrice di numerose monografie ed articoli sulla spiritualità, oltre che di racconti di fantascienza, ha dato vita al personaggio di Mysterius il Mutante, un eroe “ultradimensionale” in soccorso ai deboli e ai derelitti di qualsiasi dimensione, componendo racconti pubblicati su Mysterium Exoterium, di prossima uscita in unico volume.

Nel 2016 ha pubblicato il saggio filosofico esoterico Magia e Mistero della Vita e della Morte - Universi Mondi, per i tipi di Gangemi Editore, Roma.

Nel 2017 ha pubblicato il saggio storico biografico Eusapia Palladino. La medium star disperazione della scienza, per Apeiron Edizioni, Napoli.

Vive e lavora a Roma.

19 Maggio 2018 13:49 - Ultimo aggiornamento: 19 Maggio 2018 13:49
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi