18 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 14:56
CRONACA
Napoli: Rapinò, con un complice, due orologi Rolex a due turisti statunitensi. Arrestato dalla Polizia ai Quartieri Spagnoli
20 Settembre 2017 18:55 —

Ha iniziato a delinquere allorquando aveva solo 16 anni e, nel corso della sua carriera criminale è divenuto un rapinatore specializzato in orologi Rolex. Raffaele Gigante, 32enne, passato alle cronache per varie rapine commesse sia a Napoli che a Verona, Riccione, Roma, nonché per una rapina commessa ai danni di un magistrato della DDA, nella giornata di oggi, è stato arrestato dagli agenti del Commissariato di Polizia “Montecalvario”. L’uomo, sottoposto sino allo scorso mese di agosto alla misura di sicurezza della libertà vigilata, il 18 giugno, in concorso con Giovanni Mazzocchi, sottoposto alla misura  della Sorveglianza Speciale,  si è reso responsabile della rapina, di due orologi Rolex, ai danni di una coppia di turisti statunitensi, fatto accaduto in Corso Vittorio Emanuele. Nella circostanza,  alcuni turisti che si accompagnavano alle vittime, con il proprio smartphone, riuscirono a fotografare il volto di entrambi i rapinatori. Mazzocchi, infatti, fu arrestato dai poliziotti poche ore dopo la rapina, mentre Gigante si rese irreperibile. Gli agenti si erano recati presso il suo domicilio più volte, costatandone sempre l’assenza. Il 32enne, convinto che doveva essere sottoposto nuovamente alla misura della libertà vigilata, stamane, si è presentato al Commissariato di Polizia Montecalvario, dove è stato arrestato in ottemperanza ad un’ordinanza di misura cautelare personale emessa dal GIP del Tribunale di Napoli. I poliziotti hanno condotto l’uomo alla Casa Circondariale di Poggioreale.

20 Settembre 2017 18:55 - Ultimo aggiornamento: 20 Settembre 2017 18:55
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi