21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 08:44
POLITICA
Napoli: Refezione scolastica, NCS “Ancora un fallimento per la gestione De Magistris due"
05 Ottobre 2017 15:50 —

“Ancora un fallimento per la gestione De Magistris due. Abbiamo appreso, con grande preoccupazione di numerose mamme e papà napoletani, che il servizio di refezione scolastica previsto per l’anno scolastico 2017/18 subirà ritardi a data da definirsi. E’ quanto mai singolare che si debba arrivare, ad oltre un mese dall’inizio della scuola, a procedure di assegnazione della gara di appalto senza date certe. Questa è mera improvvisazione. Chiediamo che non venga applicata a tutta le fasce reddituali il balzello di 15 euro per l’attivazione del servizio. Intanto, come richiesto dai movimenti mensa napoletane, auspichiamo, in via emergenziale, la possibilità di portare il pasto da casa. Scriveremo al garante dei minori della Regione Campania per capire se vi siano delle violazioni dei diritti dei più piccoli. Non è normale che, in una città dove i trasporti fanno schifo, i ritardi dei cantieri provocano numerosi disagi agli automobilisti intrappolati in perenni ingorghi, la preoccupazione del sindaco è la Catalogna o il polo internazionale di sinistra. Che non sappia fare il sindaco è ormai palese, ma aggiungiamo, se non lo vuole neanche fare, lo dica apertamente e vada a fare il capo dei popoli liberi e nomadi in giro per il mondo. E’ ormai una piaga per Napoli, anche i centri sociali lo stanno mollando”. Così Giancarlo Borriello, portavoce regionale di NCS, chiede immediate garanzie sull’attivazione del servizio di refezione scolastica a Napoli.  

 

05 Ottobre 2017 15:50 - Ultimo aggiornamento: 05 Ottobre 2017 15:50
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi