19 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 05:42
SPORT
Napoli: Roma: Gattuso, "Bene l’atteggiamento"
29 Novembre 2020 23:47 —

Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli, ha commentato ai microfoni di Sky il successo contro la Roma.

“Buonissime partite fin qui, la prima di campionato è stato il punto di partenza. Si deve giocare con questa voglia e questa intensità, senza sottovalutare nulla, a partire dalla scaletta del pullman fino all’aria nello spogliatoio. In fase di non possesso vanno chiuse le linee di passaggio come abbiamo fatto oggi, mentre se si è in difficoltà, la squadra deve aspettare ma organizzata. Poi soffrire gli avversari ci può stare. Bene l’atteggiamento con tutti i ragazzi che si aiutano a vicenda. Se un compagno sbaglia, va applaudito, incoraggiato e non mandato a fanc**o. C’è bisogno anche di questo per vincere, non solo della tecnica”.

Capitolo Maradona. “L’aria è triste, lo si percepisce, però in città serve buonsenso. Maradona è una leggenda, però troppa gente senza mascherina ed invece dobbiamo fare i bravi, sennò ne paghiamo le conseguenze. Spero che da domani si facciano le cose come si deve perché ognuno deve fare il suo in questa fase di sofferenza della città, con i negozi chiusi e la scomparsa di Maradona”.

Gattuso, poi, entra nei dettagli della gara. “Maggiore equilibrio con il 4-3-3? Il vertice basso regala più equilibrio ma non è una questione di moduli, anche perché Zielinski e Fabian Ruiz andavano sotto punta”.

Capitolo mentalità. “Mi sono le mie colpe l’altro giorno ma a volte faccio passare qualcosa ai calciatori per non rompere troppo le scatole. Ho capito, però, che non devo far passare nulla, altrimenti darei segnali negativi. Forse sono cambiati i tempi, perché ai miei tempi si doveva parlare poco”.

Il tecnico, poi, parla di Zielinski. “È uno dei più forti che abbiamo, è importante ma il Covid l’ha debilitato, non si reggeva in piedi. Non ha ancora i 90’ nelle gambe ma ha tecnica e scatti incredibili. Può diventare un calciatore molto importante”.

“la condizione fisica? Impossibile avere una squadra al 100% in ogni partita ma è necessario annusare il pericolo e lo si può fare se hai mentalità che non deve mancare mai. Non capisco cosa si aspettano da noi, perché fin qui abbiamo vinto nove gare sulle 12 giocate, con tre ko ed abbiamo giocato senza calciatori importanti. Giochiamo un buon calcio, ma voglio alzare l’asticella”.

Gattuso parla anche di Juve-Napoli. “Abbiamo conquistato 18 punti sul campo, il resto non è un nostro problema. Mi trovavo in pullman alle 18:55 e la mia squadra aveva chance di conquistare risultato a Torino perché era in difficoltà la Juve. Ci è andata male, non siamo stati agevolati, anche perché ora è più forte. Noi abbiamo 18 punti, spero che la Giustizia faccia il suo corso”.

Il tecnico parla anche della zona scudetto. “L’Inter è la squadra da battere, fortissima sia fisicamente che qualitativamente. La Juve, invece, è abituata a vincere”.

Fabian Ruiz, ai microfoni di Sky, ha analizzato il successo degli azzurri. “Bella vittoria, importante e difficile perché la Roma stava facendo bene ed hanno calciatori bravi. Abbiamo lavorato bene in questa settimana ed ascoltato il mister. Le parole di Gattuso? Dobbiamo sempre stare sul pezzo, mentre a volte sbagliamo. Giochiamo 2-3 grandi partite, poi una la toppiamo e dobbiamo correggere questo aspetto. Ora siamo abbastanza in classifica, considerato che non abbiamo giocato contro la Juve. Maradona è stato importante per i napoletani, ha fatto cose importanti. Se preferisco giocare più sul centrodestra? Sono abituato a giocare lì perché poi posso calciare in porta dopo aver controllato la sfera. Oggi lo abbiamo visto sul gol, è così fin da quando ero piccolino”.

Anche Lorenzo Insigne, il capitano, autore dell’1-0, ha commentato il successo. “Ci hanno dato una spinta in più questi giorni dopo la morte di Maradona, perché è mancato il nostro idolo. Ci tenevamo molto a fare risultato, è per lui e per tutta la città che soffre. Il successo è per lui. La gara è stata affrontata nel migliore dei modi, preparata e studiata bene. Abbiamo tanta qualità ma spesso commettiamo errori ed è sbagliato questo. La gara di stasera sia un punto di partenza, perché giocando così possiamo battere tutti. Possiamo fare grandi cose, testa bassa e lavorare”.

Giovanni Spinazzola

29 Novembre 2020 23:47 - Ultimo aggiornamento: 29 Novembre 2020 23:47
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi