21 Settembre 2017 - Aggiornato alle 02:01
CRONACA
Napoli: Scarcerato consigliere comunale di San Felice a Cancello
20 Giugno 2017 23:37 — Era agli arresti domiciliari da cinque mesi.

Il G.i.p. presso il Tribunale di Napoli dott. Morra, in accoglimento della istanza di scarcerazione presentata dall’avvocato Dario Vannetiello del Foro di Napoli nell’interesse di Biondillo Clemente, ha revocato la custodia cautelare presso la propria abitazione a cui il politico del comune di San Felice a Cancello era sottoposto da circa 5 mesi. Si è giunti a questo risultato anche grazie al netto affievolimento delle accuse ottenuto con la decisione assunta dal Tribunale del Riesame di Napoli nello scorso mese di gennaio. Infatti, con la decisione assunta dal Tribunale di Napoli – ottava sezione riesame – le ipotesi accusatorie elevate nei confronti dell’imprenditore sanfeliciano Biondillo subirono un significativo ridimensionamento. Avendo il G.i.p. ritenuto la insussistenza delle esigenze cautelari, alla luce delle circostanza indicate nella istanza difensiva, quali il lungo tempo trascorso dal momento della applicazione della misura, il rispetto delle prescrizioni imposte, unitamente alla risalenza delle condotte, oltre a scarcerare Biondillo Clemente ha disposto la revoca della misura anche nei confronti di De Lucia Pasquale, Di Giunta Emilia Rita Nadia, Luongo Oreste Fabio e Zagaria Antonio.

Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi