25 Novembre 2020 - Aggiornato alle 12:20
CRONACA
Napoli: Scontri a Santa Lucia, oggi alle ore 18 Comitato Provinciale Ordine e Sicurezza Pubblica in Prefettura
24 Ottobre 2020 11:20 — Lucarelli, Presidente Ordine giornalisti Campania, chiede protezione per i giornalisti e solidarietà alle forze dell'ordine. E De Magistris pensa solo a fare polemiche e apparire in TV. Falco (CORECOMM), "tavolo del Comitato per la sicurezza allargato ai rappresentanti dell’informazione”.

In relazione ai gravi fatti accaduti nella serata e nella notte scorsa nella città di Napoli, si svolgerà, nel pomeriggio odierno, alle ore 18.00, un Comitato Provinciale per l' Ordine e la Sicurezza Pubblica. Sugli scontri di ieri sera il Questore di Napoli ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Questa sera abbiamo assistito a veri e propri comportamenti criminali verso le forze dell'ordine. Nessuna condizione di disagio, per quanto umanamente comprensibile, può in alcun modo giustificare la violenza."

Dalla sua pagina Facebook, Ottavio Lucarelli, Presidente Ordine giornalisti Campania chiede protezione per i giornalisti e solidarietà alle forze dell'ordine. "L'automobile di Canale 21 distrutta" scrive Lucarelli, "i giornalisti dell'emittente e di diverse altre testate minacciati e aggrediti. La rivolta di camorra di ieri sera non ha solo mostrato il volto della Napoli dei clan ma ha messo a rischio l'incolumità di forze dell'ordine, giornalisti e cittadini. Chiediamo pertanto a Prefetto, Questore e Comandante provinciale dei carabinieri di tenere conto, nell'assoluta necessità di riportare la situazione sotto totale controllo, di valutare i rischi a cui sono esposti i giornalisti nel difficile compito di raccontare la città. Napoli deve ora reagire con tutte le sue energie positive che rappresentano la stragrande maggioranza. Protezione ai giornalisti e solidarietà alle forze dell'ordine".

Sulla triste vicenda è intervenuto il presidente del Corecom Campania, Domenico Falco. “Voglio esprimere la mia solidarietà ai giornalisti minacciati e aggrediti nel corso della guerriglia urbana andata in scena a Napoli lo scorso venerdì notte. Inaccettabili i tanti atti intimidatori perpetrati ai danni di colleghi che stavano solo svolgendo il proprio lavoro, come sempre con professionalità al servizio dell’informazione libera, da parte di soggetti incappucciati o mascherati scesi in strada solo per fare danni e per creare il caos”. “Sono vicino anche alle forze dell’ordine, agenti e carabinieri rimasti feriti negli scontri. Una violenza che deve essere condannata senza riserve e sulla quale occorre fare subito chiarezza su chi sono stati i mandanti e i protagonisti di questa pagina vergognosa per la città. Chiedo - ha aggiunto Falco - che su questo episodio sia convocato un tavolo urgente del Comitato per la sicurezza presso la Prefettura di Napoli, allargato ai rappresentanti dell’informazione”. “Di certo in piazza a battagliare con le forze dell’ordine non c’erano i commercianti o le partite iva. Una manifestazione pacifica che voleva sottolineare le difficoltà di alcuni settori vitali per la nostra economia e per i livelli occupazionali di Napoli e della Campania è stata ancora una volta condizionata e stravolta dalla presenza di gruppi organizzati di violenti il cui unico interesse è quello di alimentare paura e anarchia. Un pericolo dal quale - conclude il presidente dell’Corecom Campania - bisogna difendersi per evitare che simili episodi si ripetano ancora”.  

In tutto questo, nel mentre in città divampava il fuoco, il Sindaco di Napoli De Magistris si guardava le scene comodamente seduto nel salotto dell'Annunziata a "Titolo Quinto" in televisione su RaiTre. Ad una sconvolta Annunziata che gli diceva “Sindaco, ma non sarebbe meglio se lei andasse lì?” De Magistris non ha mosso un muscolo e anzi ha dato una risposta molto criticata sui social: “Sì posso pure andare, ma non è che posso andare dentro a uno scontro in questo momento, io starei un attimo più attento a capire che sta succedendo. Ma ora cosa devo fare?”. E quindi è rimasto a guardare mentre la sua città era fuori controllo. Bravo Sindaco. Guarda il video Clicca Qui

24 Ottobre 2020 11:20 - Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre 2020 11:20
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi