01 Marzo 2021 - Aggiornato alle 10:24
CRONACA
Napoli: Secondigliano, tre arresti per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso
10 Febbraio 2021 16:37 —

Ieri mattina a Napoli, nel quartiere Secondigliano, su delega della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli, Direzione Distrettuale Antimafia, personale della Squadra Mobile ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Napoli nei confronti di Esposito Paolo, De Lucia Paolo e Grimaldi Davide ritenuti gravemente indiziati, in concorso tra loro, di estorsione e tentata estorsione, aggravate dal metodo mafioso.

I provvedimenti restrittivi sono stati emessi all’esito dell’attività di indagine avviata dalla Squadra Mobile, anche con l’ausilio di presidi tecnologici, in seguito alla denuncia sporta dai titolari di un’attività commerciale della zona di Scampia, ai quali gli indagati, nel periodo natalizio, hanno richiesto il pagamento di diecimila euro e diversi telefoni Apple Iphone.

È stata quindi effettuata una minuziosa analisi dei filmati registrati dai sistemi di video sorveglianza che ha permesso di ricostruire le diverse fasi in cui si è consumata l’estorsione e l’identificazione dei citati soggetti, che in diverse circostanze hanno preteso il pagamento di consistenti somme di denaro. 

Dall’attività investigativa sono stati, quindi, acquisiti gravi indizi di colpevolezza nei confronti di Esposito Paolo, alias “Paoluccio o’ Porsche”, elemento di spicco del clan della Vanella Gassi” e figlio di Vincenzo alias “o’ Porsche”, Grimaldi Davide, De Lucia Paolo e Caso Gennaro, quest'ultimo resosi irreperibile.

10 Febbraio 2021 16:37 - Ultimo aggiornamento: 10 Febbraio 2021 16:37
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi