13 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 19:34
CRONACA
Napoli: Sequestrate a Quarto due aree di 10.000 metri quadri
27 Novembre 2017 13:53 —

Continuano, con successo, gli interventi a salvaguardia dell’ambiente e della legalità, coordinati dal ROAN di Napoli, reparto della Guardia di Finanza specializzato nel contrasto ai crimini ambientali. I finanzieri del reparto, infatti, insieme ai colleghi del Gruppo di Pozzuoli, assistiti da personale tecnico dell’A.R.P.A.C. di Napoli, hanno sequestrato due aree, per complessivi 10.000 mq, nel comune di Quarto, dove si stavano consumando diversi reati contro l’ambiente. A seguito di una ricognizione aerea effettuata da un velivolo della Sezione Aerea di Napoli, i militari accedevano ad una prima area che, sulla base dei rilievi aerofotografici, sembrava avere particolare interesse operativo; tale ipotesi veniva confermata dai successivi controlli, che evidenziavano varie irregolarità e fattispecie costituenti reato. L’operazione portava al sequestro delle aree, di quattro mezzi e di svariati metri cubi di rifiuti speciali pericolosi e non, depositati sul nudo terreno, senza alcun accorgimento teso ad evitare la contaminazione del suolo e del sottosuolo; altresì, venivano denunciate a piede libero due persone per gestione abusiva di rifiuti speciali. Vieppiù, nello specifico contesto, l’illecito è avvenuto in una zona di proprietà del Demanio dello Stato protetta da ferrei vincoli di natura paesaggistica ed archeologica. Durante le operazioni sono stati anche acquisiti elementi documentali che saranno oggetto di approfondita analisi, per l’individuazione dei connessi illeciti di natura fiscale. Detti irresponsabili comportamenti sono oggetto di particolare interesse per l’opinione pubblica, in quanto è sempre più concreto il nesso di causalità esistente tra la contaminazione della matrice ambientale ed il pericolo per la salute dei cittadini. La deturpazione dell’ambiente reca spesso anche danno all’economia, in quanto l’evasione fiscale ed il non rispetto delle prescrizioni di legge da parte di alcuni, altera la concorrenza di mercato e mette in difficoltà le altre aziende, quelle sane, nonché le persone oneste che vi lavorano.

27 Novembre 2017 13:53 - Ultimo aggiornamento: 27 Novembre 2017 13:53
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi