05 Dicembre 2021 - Aggiornato alle 18:34
SPORT
Napoli: Spalletti, "Sfida tra due parentesi esaltanti della mia storia"
23 Ottobre 2021 23:38 —

Luciano Spalletti, tecnico del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro la Roma.

"E' uno scontro diretto contro un avversario che lotta per il vertice come noi. E comunque vada domani, sia noi che la Roma resteremo nel novero degli inquilini che ambiscono all’attico del torneo".

Il ritorno a Roma sarà un momento particolare per lei?

"Per essere felice, un allenatore deve passare per piazze importanti da umori forti. E da questo punto di vista Roma-Napoli è una mia partita, ma non sarà mai una partita come un nemico, bensì una sfida tra due parentesi esaltanti della mia storia. Domani non c’è nessun passato da sconfiggere per quanto mi riguarda, ma una sfida importantissima per il Napoli che cercheremo di vincere. Domani sarò anima e corpo per il Napoli ma la Roma non sarà mai mia nemica".

Si aspettava questa crescita della sua squadra in queste prime otto giornate?

Io vivo quotidianamente il clima che si respira nella mia squadra, soprattutto in allenamento. Ogni volta che parlano i miei calciatori non sottolineano mai il comportamento individuale ma la prestazione di squadra. Questo gruppo mi dà continuamente sensazioni positive e indicazioni che mi fanno comprendere quale sia il valore della rosa”.

Teme la rabbia della Roma dopo il 6-1?

"Io avrei preferito non avessero perso così, da parte mia. Ma in assoluto la partita è difficilissima perché la Roma è una squadra che può stare davanti a chiunque nella gara singola. Sono un gruppo forte con un allenatore fortissimo. Mourinho è uno di quegli allenatori che migliorano la qualità dei campionati dove operano. Io ho sempre guardato come esempio il suo modo di lavorare. Poi oltre ciò ci sono le due squadre che devono esprimersi in campo. Sotto questo aspetto sono sicuro che la mia squadra saprà come gestire la gara”.

Sarà anche la sfida tra strategie: Spalletti-Mourinho...

"Se mi accostate a Mou, per me è un onore. Ma io credo che lui sia inavvicinabile per successi e carriera. Però domani è una partita che azzera tutto perché saranno le squadre protagoniste. Bisogna essere bravi ad arrivarci al top e dare una sterzata al campionato".

L'Olimpico domani la fischierà, la infastidisce questa possibile accoglienza?

"È già avvenuto, ma io dico sempre che quei fischi non me li merito. Sopporterò la situazione e mi farò consolare dai ricordi di partite straordinarie giocate con la Roma che resteranno nella storia giallorossa".

"Domani dobbiamo soprattutto concentrarci sul gioco, bisogna rimbalzare gli attacchi della Roma. hanno giocatori di grande qualità, di ritmo e strappo. Attaccano gli spazi a campo aperto, per cui noi dobbiamo essere più bravi e feroci di loro".

Osimhen può essere l'uomo del match?

"Victor è un atleta straordinario e un attaccante di caratteristiche e qualità uniche. Ma quello che più mi piace è il suo mettersi a disposizione della squadra. Ha un suo preciso marchio di fabbrica".

Giovanni Spinazzola

23 Ottobre 2021 23:38 - Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2021 23:38
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi