23 Maggio 2018 - Aggiornato alle 01:38
SALUTE
Napoli: Taroccata la Campagna nazionale “Una bufala ci seppellirà”. La denuncia di Maria Triassi: "Sulla pagina di Va. Li. Ca. si lanciano messaggi che mettono a rischio la salute dei cittadini. Chi ha il dovere di vigilare intervenga"
10 Maggio 2018 18:35 —

"Su Facebook una campagna di disinformazione sui vaccini. Qualcuno ha ben pensato di alterare una delle immagini realizzate dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, che viene presentata oggi a Roma,  per veicolare un messaggio privo di fondamento, cercando di farlo passare come proveniente da una “fonte attendibile”. Spero che chi di dovere prenda seri provvedimenti".

Così Maria Triassi, Direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica della Federico II di Napoli e Presidente della Commissione Regionale Vaccini, commenta un post postato sulla pagina Facebook di Va.Li.Ca. (Vaccini Liberi Campania).

«È stata creata una fake news taroccando una campagna contro le fake news, un fatto davvero incredibile e fuorviante. Mi rammarica peraltro che tutto questo coinvolga la nostra regione, nella quale molto si è fatto e molto si fa proprio per cercare di fare corretta informazione. Il dibattito scientifico anche quello che esprime disaccordo ed opinioni contrastanti deve essere sempre supportato da basi scientifiche».  

Questa è l’occasione per ricordare che è necessario replicare, ogni volta, alle notizie false e tendenziose. Con questo scopo, da qualche giorno, c’è uno strumento in rete, accessibile a tutti, dedicato ai vaccini e alle vaccinazioni: “Vaccinarsi in Campania.org” un sito a cura del Dipartimento di Sanità Pubblica Università  Federico II di Napoli che si propone l’obiettivo di una informazione  esauriente e continuamente aggiornata a disposizione di tutti. Un comitato tecnico-scientifico sovrintende a tutte le notizie ed aggiornamenti tenendo presente due principi: rigore scientifico e linguaggio comprensibile a tutti. La corretta informazione e il dibattito senza pregiudizi è l’unico strumento per aumentare la consapevolezza della popolazione anche in temi sensibili come quello dei vaccini.

10 Maggio 2018 18:35 - Ultimo aggiornamento: 10 Maggio 2018 18:35
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi