17 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 13:02
CRONACA
Napoli: Tentano una rapina in pizzeria. Arrestati in flagranza dalla Polizia accorsa sul posto
12 Maggio 2017 16:27 — Arrestati un 19enne ed un 40enne.

La Polizia di Stato, nella tarda serata di ieri, ha sventato una rapina ai danni del proprietario di una pizzeria nel cuore di Napoli. I servizi di prevenzione e controllo del territorio, rafforzati nell’ultimo periodo, hanno consentito di sorprendere i due rapinatori in flagrante, evitando conseguenze maggiori alle vittime. Gli agenti della sezione “Volante” dell’Ufficio Prevenzione Generale, nel transitare in Via S. Alfonso dei Liguori, si sono insospettiti nel vedere due individui, indossanti sciarpe e scalda collo, che entravano in una nota pizzeria. I poliziotti, avendo intuito che era in corso una rapina, hanno immediatamente allertato la sala operativa  riuscendo, nel frattempo, ad osservare chiaramente i movimenti dei due rapinatori. Uno di loro, il più giovane, Angelo La Marca, di soli 19anni, dopo aver estratto una pistola la puntava alla testa di un uomo che era dietro la cassa, mentre il complice, tentava d’impossessarsi dei suoi monili in oro.   Successivamente, analogo trattamento, veniva riservato anche ad una donna presente in pizzeria, sorella del titolare, ove il malvivente premeva anche il grilletto della pistola che, per mera fortuna, si inceppava evitando lo sparo e la conseguente tragedia. Gli agenti, creando l’effetto sorpresa, abilmente, senza essere scorti, si sono avvicinati all’ingresso della pizzeria, esortando i due malviventi di arrendersi. A tal punto il 19enne, vistosi in trappola, in considerazione che i poliziotti avevano precluso ogni possibilità di fuga, puntava l’arma contro gli agenti. Il complice di La Marca, Mario Tancredi, di 40 anni, lo disarmava, lanciando l’arma in un cestino dei rifiuti, successivamente recuperata dai poliziotti. In quei brevi secondi, ne nasceva una colluttazione tra il titolare della pizzeria ed il rapinatore 19enne ove la vittima, riusciva a sfilare lo scalda collo che indossava, riconoscendo il giovane quale un frequentatore del quartiere Sanità. I poliziotti hanno arrestato i due rapinatori perché responsabili dei reati, in concorso tra loro, di tentato omicidio nei confronti della sorella del titolare della pizzeria, tentata rapina aggravata, porto e detenzione di arma clandestina, con matricola abrasa e relativo munizionamento. La pistola sequestrata dalla Polizia, infatti, è risultata una Smith & Wesson Magnum, calibro 357, del tipo automatico a tamburo, completa di 6 cartucce, con il cane armato. Nel corso della colluttazione il 19enne ha riportato lesioni, motivo per il quale è stato condotto in ospedale, ove attualmente è ricoverato in stato di arresto, in attesa d’essere trasferito alla Casa Circondariale di Poggioreale. Mario Tancredi, invece, dopo una notte trascorsa alle camere di sicurezza della Questura, stamane, è stato trasferito in carcere.

12 Maggio 2017 16:27 - Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2017 16:27
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi