18 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 20:19
CRONACA
Napoli: Tra strade chiuse, gimkane per buche e voragini sempre più traffico infernale in città. A via Vecchia S.Rocco strada chiusa per caduta di alberi e nessuno sa quando riaprirà
23 Marzo 2018 19:53 —

Primo giorno senza pioggia a Napoli dopo settimane in cui l’acqua è scesa giù a fiumi e la cara e vecchia Partenope è lì a leccarsi le ferite. Tanta, tantissima pioggia come non se ne vedeva da tempo ha invaso le strade cittadine provocando disagi su disagi su asfalto già martoriato da neve e, soprattutto, cattiva manutenzione. Ovviamente, ad essere penalizzati, sono gli utenti che ogni giorno sono alle prese con il gioco “trova la strada chiusa”. Cadono alberi, muri ed inevitabilmente il Comune è costretto a interrompere la viabilità, provocando traffico inimmaginabile e disagi fantascientifici; come se non bastasse, poi, i lavori sono anche lenti e duraturi. Esempio lampante è via vecchia S. Rocco, nella sua parte che collega via Nicolardi con via Cardinale Prisco. La stradina in questione è uno sfogo quasi necessario per far defluire il traffico da via Nicolardi per i cittadini che intendono raggiungere Capodimonte e, quindi, la tangenziale. Il muro di cinta della suddetta via è crollato e la strada è chiusa da giorni. Nessuna comunicazione da parte del Comune, tantomeno dalla Municipalità, evidentemente impegnata a fare altro e cittadini bloccati nelle loro auto per ore o costretti ad allungare il proprio percorso perché giunti vicino alle transenne. Sembra quasi una cosa divertente. Sembra, appunto. Perché la mattina il circondario diventa un vero e proprio inferno tra i genitori che accompagnano i figli alla vicina scuola Cavour ed i lavoratori impegnati a non arrivare in ritardo nei rispettivi luoghi. Non va assolutamente dimenticato, poi, come sia necessario – per i cittadini – munirsi di veicoli privati in quanto il servizio bus e metro è alquanto deficitario. Insomma, siamo nelle terza città più importante d’Italia in uno dei paesi più sviluppati al Mondo e v’è ancora difficoltà nel divincolarsi tra buche in mezzo alle strade, rattoppi che durano mezza giornata e strade chiuse. 

Giovanni Spinazzola

23 Marzo 2018 19:53 - Ultimo aggiornamento: 23 Marzo 2018 19:53
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi