22 Agosto 2019 - Aggiornato alle 08:47
SPORT
Napoli: Troppi gli errori che sono costati -16 dalla Juventus
04 Marzo 2019 17:44 —

Errore: Sbaglio; allontanamento da ciò che è o è ritenuto vero, giusto, normale. Una piccola parola, dal significato semplice che sta condannando il Napoli in questa stagione, la prima di Carlo Ancelotti. Tanti, troppi gli errori in Serie A che son costati il -16 dalla Juventus capolista. Gli ultimi due, in ordine temporale, sono arrivati ieri; protagonisti assoluti Malcuit ed Insigne. Il terzino con lo scellerato passaggio costato il rosso a Meret (qui si potrebbe scrivere un romanzo, perché il portiere non tocca Ronaldo che si esibisce in un tuffo che nemmeno Cagnotto – scegliete voi se padre o figlia) e l’attaccante, anzi, il capitano, con il rigore calciato sul palo per il possibile 2-2 (chissà come sarebbe finita la partita, poi, con i bianconeri alle corde). Almeno un punto perso, ieri, nello scontro diretto, due contro il Torino, andando a ritroso, con protagonista negativo Milik che, servito da Fabian Ruiz, in area di rigore arriva in spaccata e calcia fuori. Settimana precedente, a Firenze, show di Dries Mertens, capace – per ben due volte – di calciare addosso a Lafont da buona posizione. Due 0-0, contro viola e granata, e quattro punti persi. A Milano, contro i rossoneri, fu Zielinski a sprecare un contropiede in superiorità numerica sparando su Donnarumma (risultato finale 0-0) mentre sempre nel capoluogo lombardo – nel giorno di S. Stefano – contro l’Inter lo stesso polacco, a porta vuota, riuscì a centrare in pieno D’Ambrosio proteso in un salvataggio alla disperata (anche questa partita, persa addirittura, è stata macchiata da una topica dell’arbitro Mazzoleni, capace di espellere Koulibaly vittima di cori razzisti, roba da Premio Nobel). Contro il Chievo lo scorso fine novembre e contro la Roma, un mese prima, altri due pareggi senza mai concretizzare tutte le occasioni. Insomma, almeno 12 punti persi (ne abbiamo calcolato uno contro l’Inter, anche se l’errore si è consumato sul parziale di 0-0), preziosissimi che terrebbero incollato il Napoli alla Juve, ad una distanza di addirittura due lunghezze (chiaramente, abbiamo tolto i due punti alla Juve conquistati ieri) per una lotta scudetto testa a testa. Certo, l’errore è insito nel calcio (altrimenti le partite finirebbero 0-0) e nello sport, ma se la Juve è imbattibile in Serie A, si può tranquillamente affermare come il Napoli abbia buttato a ramengo tutto con le proprie mani. A questo, però, va aggiunta anche la sfortuna; con i legni di ieri – palo di Zielinski ed Insigne – i partenopei sono arrivati a quota 20 in stagione, un vero e proprio record negativo in tutta Europa.

Giovanni Spinazzola

04 Marzo 2019 17:44 - Ultimo aggiornamento: 04 Marzo 2019 17:44
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi