26 Maggio 2022 - Aggiornato alle 09:56
CRONACA
Napoli: Un arresto per atti persecutori aggravati dal metodo mafioso, sequestro di persona e violenza privata
19 Marzo 2022 11:49 —

Personale della Squadra Mobile e del Commissariato P.S. Secondigliano ha tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza cautelare emessa, su richiesta del G.I.P. del Tribunale di Napoli, un soggetto, Casaburi Gennaro, indiziato della commissione di atti persecutori aggravati dal metodo mafioso, sequestro di persona e violenza privata.

L'uomo, a sua volta vittima di un tentativo di omicidio avvenuto il 19 dicembre 2020 — vicenda in relazione alla quale, 10 scorso mese di gennaio, il G.I.P. del Tribunale di Napoli ha pronunciato sentenza di condanna per due imputati a 14 anni di reclusione, mentre altri due soggetti sono a giudizio innanzi alla IV sezione penale — é stato ritenuto gravemente indiziato di aver posto in essere, in un arco temporale compreso tra il luglio 2021 e 10 scorso febbraio, una serie di atti persecutori, di intensità e pericolosità crescente, nei confronti del padre di uno dei due imputati condannati in abbreviato, nonché di soggetti a questi vicini, arrivando in due occasioni a sequestrare due dipendenti di un bar situato nei pressi dell'abitazione della vittima allo scopo di far recapitare, a quest'ultima, pesanti minacce di morte commesse anche con l'uso di armi.

Le gravi modalità in cui si é sviluppata la condotta hanno consentito di configurare, a carico dell'indagato, l'aggravante del metodo mafioso.

19 Marzo 2022 11:49 - Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2022 11:49
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi