25 Settembre 2022 - Aggiornato alle 12:55
SPORT
Napoli: "Uragano azzurro sui reds" di Giovanni Spinazzola
08 Settembre 2022 09:18 —

Un Napoli ciclonico che si è abbattuto come un uragano sui resti di un povero Liverpool, ridotto a brandelli dalla fame di una squadra che, spinta da un Maradona esaurito, ha mostrato gli occhi della tigre. Gli azzurri si sono regalati una notte perfetta, magica, ed hanno schiantato i vice campioni d’Europa e di Inghilterra in carica, non proprio gli ultimi arrivati. Una squadra fiera e caparbia, guidata con grande piglio da capitan Di Lorenzo sotto gli occhi di un tifoso speciale, quel Dries Mertens tornato a Napoli per guardare la “sua” squadra, in tribuna insieme alla moglie Kat. Ed ha esultato eccome, come i 60mila presenti nel catino di Fuorigrotta e tutti i tifosi da casa, che avranno certamente messo a dura prova le corde vocali. Il Napoli è sceso in campo con la determinazione di giocare la partita perfetta ed ha tenuto alto l’onore dell’Italia, unica della Serie A nel conquistare il successo. Anguissa dominatore assoluto, Zielinski in grande spolvero ha dimostrato che – quando vuole – è tra i migliori d’Europa nel suo ruolo, mentre Lobotka ha giganteggiato in regia. Una furia Osimhen, fino all’infortunio, poi Simeone che ha impiegato appena tre minuti per segnare la sua prima rete in Champions, da rapinatore d’area, da grande bomber. E poi Kvaratskhelia, capace di mandare al manicomio tutta la difesa dei Reds. Roba da lustrarsi gli occhi e dal domandarsi dove questa squadra può arrivare. Di certo, con questa mentalità, molto lontano, perché stasera tutti perfetti, compreso il muro Kim – vera calamita di palloni – e Rrahmani, oltre a Meret, che finalmente sta mostrando anche personalità nelle uscite. Una squadra solida, capace di dominare e chiudere sul 3-0 il primo tempo, roba che al Liverpool non accadeva dal 2014, ed allora di fronte aveva il Real Madrid. Il poker servito sul tavolo, poi, e la sensazione che il Napoli possa davvero arrivare lontano, si in Serie A che in Europa. Unica nota stonata l’infortunio proprio di Osimhen; il nigeriano rischia di tornare dopo la sosta e saltare, quindi, il Rangers settimana prossima e la supersfida contro il Milan. Il Cholito, però, ha già dimostrato di saper sopperire al meglio all’assenza del numero 9. 

 

08 Settembre 2022 09:18 - Ultimo aggiornamento: 08 Settembre 2022 09:18
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi