14 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 14:01
CULTURA&SPETTACOLO
Napoli: VI edizione de La Festa del Mandarino dei Campi Flegrei
30 Novembre 2017 10:27 — Sabato 2 dicembre, ore 11 presso il Cellaio del Museo e Real Bosco di Capodimonte.

La Festa del Mandarino dei Campi Flegrei, giunta quest'anno alla sesta edizione, nasce dalla necessità di rivalutare questo agrume dalle eccellenti proprietà nutritive e organolettiche che, da tempo, è stato sostituito da ibridi più facilmente edibili (tra cui la clementina dal sapore meno intenso ma più richiesto perché privo di semi) con conseguente abbandono della produzione. Il mandarino è un agrume di origine cinese che arriva in Italia, all'Orto botanico di Palermo, nel 1810 e dopo qualche anno, nel 1816, approda nel Real Orto Botanico di Napoli retto dal botanico Michele Tenore per acquisire la denominazione di “Citrus Deliciosa”. Da qui viene piantato, nel 1817, al Real Parco di Capodimonte, precisamente nell'Orto delle Delizie per allietare la tavola della famiglia reale dei Borbone in inverno. La manifestazione è organizzata dall’associazione no-profit “L'Immagine del Mito” che agisce e opera su base assolutamente volontaria, con l’unica finalità di rivalutare il territorio dei Campi Flegrei mettendo in luce le qualità uniche dei prodotti, promuovendo tutti gli aspetti produttivi, creando così le premesse per un nuovo sviluppo dell’agricoltura e dei suoi derivati. Quest'anno, in occasione del bicentenario della piantumazione dei mandarini nel Bosco di Capodimonte, “La Festa del Mandarino dei Campi Flegrei” è in partenariato con il Museo e Real Bosco di Capodimonte dove, il 2 e 3 dicembre, si terrà “La Festa del Mandarino a Capodimonte”, prima tappa della manifestazione che proseguirà fino al 24 febbraio 2018. Interverranno il Direttore del Museo e Real Bosco di Capodimonte Sylvain Bellenger, Domenico Ferrante e Sergio Pepicelli (presidente e vicepresidente dell’associazione “L'immagine del Mito”), Attilio Montefusco (Camera di Commercio di Napoli - Promos Ricerche). Saranno presenti gli amministratori di tutti i Comuni coinvolti nelle manifestazione di promozione e rilancio del mandarino. Iniziative ad Ischia (Serrara Fontana, 3 dicembre 2017- Lacco Ameno, 28 dicembre 2017), Bacoli (Villa Ostrichina nel Parco Vanvitelliano, 13 e 14 gennaio 2018), Napoli (complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore, 20 e 21 gennaio 2018), Monte di Procida (Villa Matarese, 3 febbraio 2018) e Pozzuoli (Convegno sull'agricoltura sostenibile nei Campi Flegrei, 24 febbraio 2018). Grazie all'impegno del presidente Domenico Ferrante e del vicepresidente Sergio Pepicelli,  “L'Immagine del Mito” è riuscita a ottenere dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali l'inclusione del Mandarino dei Campi Flegrei e il liquore derivato nell’elenco dei prodotti tipici della Regione Campania (G.U. n.168/2015). «Fino a circa sessant'anni fa – spiegano Ferrante e Pepicelli – venivano assegnate in dote alla propria figlia le rendite derivanti dalla coltivazione di questo agrume, poi gli agrumeti sono diventati rari perché trasformati in altre coltivazioni o distrutti per speculazioni edilizie. L'obiettivo, è recuperare questo prodotto locale, mettendo a reddito i piccoli agrumeti esistenti  favorirne l’investimento in nuove piantagioni». Rilevante, inoltre, l'aspetto gastronomico: chef stellati, bar e ristoranti dei comuni che negli anni hanno partecipato alla manifestazione inseriscono abitualmente nei propri menu ricette raffinate, sia dolci che salate, a base di mandarino. Il mandarinetto, infine, liquore da gustare freddo a fine pranzo, viene attualmente prodotto da diverse distillerie tra cui, in particolare, le distillerie Assunta Iacono di Sant'Angelo di Ischia e dalla storica distilleria Petrone di Mondragone.

30 Novembre 2017 10:27 - Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2017 10:27
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi