24 Luglio 2019 - Aggiornato alle 08:50
CRONACA
Napoli: Vomero, scippa un Rolex dal polso di una turista. 24enne fermato dai Carabinieri
10 Luglio 2019 19:50 —

I carabinieri della stazione e del nucleo operativo del Vomero hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto Marco Corcione, un 24enne del quartiere Avvocata già noto alle forze dell’ordine. Il 24enne è ritenuto responsabile di uno scippo commesso il 7 luglio scorso al Vomero, ai danni di una turista 58enne di Bari. Corcione aveva individuato la donna mentre saliva su un taxi nel porto turistico di Napoli. Sfoggiava al polso un Rolex del valore di 5000 euro e per questo motivo ha deciso di seguirla, in attesa del momento giusto per colpire. Alla guida del suo scooter ha tallonato il taxi fino in Via Aniello Falcone, ha aspettato che la donna pagasse la corsa e una volta fuori dall’auto le ha strappato l’orologio. Caduta per il violento strattone, la 58enne è stata trasportata al pronto soccorso dove le hanno diagnosticato lesioni guaribili in 7 giorni. I militari hanno raccolto la denuncia e attivato le ricerche del responsabile, visionando le immagini catturate dalle telecamere installate sulle strade percorse dai due veicoli. Hanno scoperto che il motorino fosse intestato ad un familiare convivente di Corcione e successivamente hanno rintracciato la sua abitazione. Bloccato il 24enne dopo un vano tentativo di fuga, i militari hanno ritrovato nell’appartamento il Rolex rubato, l’abbigliamento ed il casco utilizzati in occasione dello scippo e su strada lo scooter ripreso dalle telecamere. Rinvenuto anche un secondo orologio  di grande valore la cui provenienza è in fase di accertamento. Restituita la refurtiva e dopo l’udienza di convalida, il fermato è stato sottoposto ai domiciliari.

10 Luglio 2019 19:50 - Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2019 19:50
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi