15 Agosto 2018 - Aggiornato alle 06:45
CRONACA
Napoli: Vomero, va sotto casa della ex per minacciarla al citofono. C'era già un allontanamento. Arrestato dai Carabinieri
28 Aprile 2018 10:49 —

Una richiesta d’intervento nelle vicinanze di Piazza Vanvitelli e i Carabinieri della stazione Vomero-Arenella hanno raggiunto il condominio indicato. Era stato segnalato un uomo che inveiva davanti al citofono di un palazzo e i carabinieri avevano intuìto chi potesse essere. Arrivati sul posto anche con personale in borghese, infatti, hanno riconosciuto proprio un 45enne del posto a loro già noto perché la sua ex moglie lo aveva denunciato per minacce. Era tormentata da quando si erano separati, circa un anno: di lì le varie denunce che avevano portato il GIP di Napoli ad emettere la misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare. Avvicinatisi a lui i militari in borghese lo hanno sentito urlare alla moglie attraverso il citofono: minacce di sfregiarla con l’acido e di morte. Tragiche promesse che, però,  appena l’uomo si è accorto dei militari, si sono trasformate in gentili richieste di far scendere i bambini rivolgendosi alla moglie chiamandola “cara”. Immediatamente bloccato, il soggetto è stato tratto in arresto per atti persecutori oltre che per la violazione alla misura cautelare cui era sottoposto. Successivamente è stata svolta una perquisizione nel suo domicilio dove i militari hanno sequestrato alcune sim e 2 cellulari che usava per inviare alla ex moglie messaggi di minacce e ingiurie. Le denunce e la richiesta d’aiuto hanno permesso di procedere all’arresto dopo le cui formalità il 45enne è stato tradotto in carcere.

28 Aprile 2018 10:49 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2018 10:49
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi