21 Ottobre 2017 - Aggiornato alle 08:30
CULTURA&SPETTACOLO
Napoli: XII Edizione del Premio Masaniello
02 Ottobre 2017 15:27 — Premiati i napoletani protagonisti al teatro Sannazzaro.

Nella splendida cornice del Teatro Sannazaro ed alla presenza di un folto pubblico entusiasta che ha riempito la bomboniera di Via Chiaia, si è conclusa, ieri sera, la XII edizione del Premio Masaniello –Napoletani protagonisti, con la premiazione dei prescelti dalla Giuria presieduta dal Prof. Mario De Cunzo. La serata, condotta con grandissima professionalità da Lorenza Licenziati, ha vissuto momenti di grandi emozioni per le esibizioni di Tony Cercola, di Ciro Sciallo, di Annamaria Bozzo e dei cantanti lirici Miriam Ciccotti e Salvatore Minopoli accompagnati dal maestro Angelo Mosca. Il Premio Masaniello – Napoletani Protagonisti nasce nel settembre del 2006 per volontà di Luigi Rispoli ed Umberto Franzese che partendo dalla difesa delle nostre radici, della nostra identità, hanno inteso riscoprire, conservare la nostra cultura, le nostre tradizioni, la nostra madre lingua. Questi propositi, questi assunti, creano una coesione di interessi e di obiettivi comuni che ci permettono di cercare là dove c’è abbondanza di spiriti eletti, di studiosi, di facitori illuminati e illuminanti che non sono depositari né rappresentativi di mondi fatui e di postulati effimeri. Col Premio Masaniello, che può contare sulla perfetta organizzazione di Laura Bufano, s’intende indirizzare lo sguardo verso il mondo della produzione e del lavoro premiando quei napoletani che offrono esempio di laboriosità, di operosità di attivismo. Secondo il giudizio unanime dei componenti il Comitato scientifico, il Premio Masaniello Napoletani Protagonisti va a chi ha tenuto viva nel mondo la nostra cultura, le nostre tradizioni, la nostra comune civiltà, ma anche a chi è sprone, è spinta a fare meglio per il bene di Napoli e dei Napoletani. Dal popolo per il popolo. Con Napoli per Napoli. “Quando una cultura perde di fatto la capacità di animare un popolo o un paese, divenendo una semplice eredità custodita in musei o monumenti artistici e letterari, allora tale cultura non ha più ragione di continuare a esistere”. Il Premio Masaniello vuole riconoscere merito a chi sente napoletano e porta con orgoglio Napoli nel cuore, a chi lotta per redimerla. Il Premio Masaniello, che rappresenta un appuntamento con la Città di Napoli, nelle sue undici edizioni, otto in piazza del Carmine, quattro in prestigiosi teatri cittadini, si contraddistingue: per la scelta tematica che si fonda sulle figure, sui segni, sui simboli della più schietta napoletanità, perché si regge sul binomio inscindibile cultura-spettacolo. I vincitori del Premio Masaniello Napoletani Protagonisti, opera dell’artista Enza Monetti, per questa edizione sono stati:

Tema Ciclico

Tony Cercola -  Percussautore

Gianfranco D’Amato -  Imprenditore

Mario Massa -  Fondazione Comunità Centro Storico di Napoli

Paolo Monorchio -  Croce Rossa di Napoli

Vincenzo Montrone -  Primario terapia del dolore

Tema Specifico 2017: “èARTEsì”, al piacere attraverso la Bellezza

Luisa Ambrosio - Direttrice Museo Duca di Martina

Giovanna Cassese - Accademia di Belle Arti Napoli

Marina Colonna - Presidente Dimore Storiche Italiane

Vega De Martini - già Direttrice Reggia di Caserta

Antonio Martiniello - Architetto

Peppe Morra - Gallerista

Gennaro Rispoli - Direttore Museo Arti Sanitarie

Maria Savarese - Storico dell’Arte

Laura Trisorio - Gallerista

Isabella Valente - Docente Storia Contemporanea Federico I 

02 Ottobre 2017 15:27 - Ultimo aggiornamento: 02 Ottobre 2017 15:27
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi