02 Giugno 2020 - Aggiornato alle 19:31
CRONACA
Nasce BeachXperience la app che consente ai ai gestori di aprire le loro spiagge in sicurezza e agli utenti di andare al mare in modo semplice e sicuro
21 Aprile 2020 14:24 — La tecnologia per salvare l’estate 2020. La App che collega clienti e gestori di spiagge e lidi attrezzati.

L’emergenza COVID-19 che ha forzato il paese alla quarantena ormai da diverse settimane non ha spento la voglia di pensare alle vacanze, e l’industria del turismo che è uno dei settori maggiormente impattati da questa crisi non può permettersi di non aggrapparsi al desiderio di evasione degli italiani. Si perché probabilmente la prossima estate non vedrà molto presenze straniere in Italia, e chi vorrà andare al mare dovrà poterlo fare in sicurezza per sé e per gli altri.

La tecnologia può essere la via per la riapertura delle spiagge nell'estate 2020 e così che un gruppo di amici, amanti del mare, manager italiani di organizzazioni high-tech, esperti di tecnologia e innovazione lanciano la start-up BeachXperience che si rivolge ai gestori di strutture turistico-balneari ed ai clienti che desiderano vivere il proprio soggiorno al mare come una esperienza di totale spensieratezza.  

BeachXperience consente ai ai gestori di aprire le loro spiagge in sicurezza e senza costi addizionali. Il sistema che viene proposto è molto flessibile e in grado di adattarsi velocemente alle regole del distanziamento e del tracciamento che verranno via via imposte dalle autorità preposte. 

La app permette infatti di:

 - Posizionare gli ombrelloni rispettando le distanze di sicurezza che saranno imposte dalla legge e rendendo disponibile e prenotabile in anticipo via Internet  solo il numero di ombrelloni consentiti (per mantenere non solo la distanza richiesta, ma la densità di      persone ottimale a seconda dello spazio che i lidi hanno a disposizione);

- Tracciare  in anticipo, tramite la prenotazione online, chi prenota un ombrellone presso la struttura (che si identificherà con i propri dati anagrafici necessari e indicherà anche  il numero delle persone che utilizzeranno lo spazio prenotato);

- Organizzare eventuali soluzioni di sharing tra utenti, nel caso il numero di posti in spiaggia non fosse sufficiente a soddisfare la domanda rispettando le norme di sicurezza;

- Offrire agli utenti la possibilità di prenotare in anticipo anche servizi minimi di ristoro (snack, pranzi, bevande), consentendo ai gestori di preparare e servire il tutto sempre nel rispetto delle norme di sicurezza, evitando file al bar o al ristorante.

Ci viene dichiarato che è in corso un aggiornamento nella app che integrerà parametri di monitoraggio per la qualità dell’aria, o per l’irraggiamento solare, fattori che per la comunità scientifica sembrano avere un ruolo nella diffusione del virus. 

BeachXperience, secondo i creatori, nasce per offrire agli utenti la possibilità di scegliere in maniera consapevole dove e quando recarsi al mare,  potendo valutare i vari fattori di rischio tra cui la densità di affollamento della spiaggia.

 

21 Aprile 2020 14:24 - Ultimo aggiornamento: 21 Aprile 2020 14:24
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi